Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità "tecniche". Cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookies.

Prima Conferenza Nazionale sulle Previsioni Meteorologiche e Climatiche.

 

Il 17 e 18 giugno 2019 si è svolto a Bologna presso la sede della Regione Emilia-Romagna Terza Torre la Prima Conferenza Nazionale sulle Previsioni Meteorologiche e Climatiche.  

Organizzata congiuntamente dalle associazioni SISC (Società Italiana per le Scienze del Clima) e AISAM (Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia), lo scopo principale della Conferenza è stato fare il punto sulle competenze e le attività presenti oggi in Italia nel campo delle previsioni meteorologiche e climatiche, sia nell’ambito accademico e di ricerca, sia in quello dei servizi operativi.

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha portato il contributo alla platea di oltre 200 tecnici e operatori del settore nell'ottica di un servizio al comparto agricolo che deve guardare previsioni sempre più precise e coincidere con lo sviluppo di sistemi sempre più evoluti.

 

leggi l'articolo pubblicato da "IL GIORNALE DELLA PROTEZIONE CIVILE"

 

    

 

 

 

ASSEMBLEA GENERALE CONDIFESA BOLOGNA E FERRARA CONSUNTIVO 2018 E PRIME OSSERVAZIONI 2019

 

Si è svolta il 12 giugno 2019 l'Assemblea Generale dei Delegati del Condifesa di Bologna e Ferrara, alla quale hanno partecipano i delegati espressi nelle assemblee parziali in rappresentanza di oltre 5.200 Soci.

Il Presidente del Condifesa Bologna e Ferrara Gianluigi Zucchi ha tracciato il bilancio dell’ultimo anno nel campo delle assicurazioni agricole agevolate per la Campagna 2018, iniziata l’8 marzo, il bilancio finanziario 2018 si chiude con un risultato positivo per i valori assicurati del Condifesa che raggiungono complessivamente più di 570 milioni di euro, con oltre 150.000 ettari assicurati e con 180 tipologie di prodotti vegetali assicurati oltre al Comparto Zootecnico e Strutture. Questi dati indicano il Condifesa Bologna e Ferrara come il maggiore Consorzio di Difesa in Italia, nonostante i problemi creati dalla burocrazia e dal ritardo nelle erogazioni dei contributi, segno di una fiducia dei Soci nel sistema e nell'uso dello strumento assicurativo, con premi pagati alle Compagnie per oltre 40 milioni di euro e risarcimenti pagati alle Aziende Agricole per oltre 38 milioni di euro.

Il Presidente ha spiegato che i continui cambiamenti climatici, sempre più incisivi e devastanti, rendono indispensabile l’utilizzo della copertura assicurativa ed è per questo che il Condifesa Bologna e Ferrara, in collaborazione con le maggiori Compagnie assicurative, è riuscito ad anticipare l’apertura assuntiva al 22 febbraio 2019 permettendo a tutte le Aziende una precoce ed efficace copertura.

Continua il lavoro del Condifesa per l’ottenimento di una maggiore elasticità nel sistema del calcolo delle rese assicurative ed una maggiore attenzione al sistema della “Gestione del Rischio”, fondamentale per la sopravvivenza del settore agricolo Italiano.

 

 

INCONTRO CON ISPETTORI, PERITI E DIRIGENTI DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha convocato in data 4 giugno 2019 una riunione presso  la  sede  di  Ferrara  invitando  tutte  le Compagnie Assicurative ed i Dirigenti, Ispettori e Periti operanti nel territorio consortile, per condividere principalmente le problematiche relative alle cascola anomala delle pere, imputabile a danni da sbalzo termico.

Presenti tutte le principali Compagnie operanti sul territorio consortile la riunione ha analizzato tutti gli aspetti tecnici relativi alla anomala caduta dei frutticini di pere.

La  situazione  oggi  vede  la  quasi  totalità  delle aziende  rutticole colpite da una abnorme cascola      di pere  (seppur con  percentuali  diverse)  e  con previsioni  produttive  compromesse  per  il  2019.

Dopo una dilungata discussione sui diversi aspetti ambientali e tecnici che potrebbero avere influito negativamente  nello  sviluppo  dei  frutticini  si è convenuto  che  l’unica  avversità  documentata è riconducibile allo sbalzo termico.

Questo fenomeno è stato rilevato addirittura in tre date fine aprile, inizio maggio e tra  la  prima  decade  di  maggio  ed  il  15 maggio su tutto il territorio di  Bologna   e  Ferrara  e  nella  maggioranza  dei  Comuni,  con  una  intensità  e  ripetitività (documentata)  dell’evento  di  sbalzo termico mai verificatosi negli ultimi 50 anni.

Il  vigente  Piano  di  Gestione  del  Rischio  in  Agricoltura annovera tra le avversità assicurabili con polizza agevolata lo sbalzo termico a partire dalla data di apertura del Consorzio.

Anche  la  “Commissione  tecnico Frutticola della Fondazione F.lli Navarra  (Ente di ricerca e sperimentazione),  composta  da  tecnici  agricoli  delle  maggiori strutture cooperative e private , frutticoltori, rappresentanti delle Organizzazioni di categoria, rappresentanti dell’Università di Bologna, si è riunita il 28 maggio 2019 per effettuare una analisi tecnica sulla cascola del pero, decretando che tale perdita produttiva sia da imputare agli sbalzi termici avvenuti e registrati nel mese di maggio”.

leggi COMUNICATO FONDAZIONE PER L'AGRICOLTURA FRATELLI NAVARRA

 

Ricordiamo ai produttori di drupacee tardive che la possibilità di ridurre all’origine scade il 7 giugno.

Per le pomacee tardive la possibilità di ridurre all’origine il prodotto assicurato entro il 14 giugno.

 

 

  

RIDUZIONE DEL PRODOTTO ASSICURATO

(minimo 20% per partita)

Per le polizze con pacchetto di frequenza C Grandine + Vento Forte + Eccesso di Pioggia le date delle riduzioni con abbattimento del premio dall’origine per tutte le avversità (esclusa la grandine sottorete):

07 giugno per le drupacee medio tardive;

14 giugno per le pere medio tardive, mele, actinidia, cachi e uva da vino.

Per tutte le altre tipologie di produzioni (prodotti precoci ed altro) e per tutte le altre garanzie assicurate la riduzione è sempre possibile proporzionalmente (non oltre 15 giorni dalla data di raccolta) e si pagherà in base ai giorni di copertura con il valore originario e poi i restanti giorni il costo sarà con il valore ridotto fino alla raccolta.

Alcune Compagnie (A.R.A, Allianz, AXA, Cattolica-Fata, Groupama, ITAS, Reale Mutua, Italiana, Unipolsai, Zurich) permettono la riduzione dall’origine anche per la tipologia B (avversità di frequenza + catastrofali) escludendo nel calcolo della riduzione, la garanzia gelo/brina.

Vento Forte provincie di Ferrara e Bologna

 

Il vento forte ha colpito le nostre provincie di Bologna e Ferrara il 5 maggio 2019

Per ferrara in tutti i comuni il vento ha superato il limite per la denuncia della calamità (50km/h o 14m/s) arrivando a raggiungere nella raffica in 3 comuni la velocità di 26 m/s.

Per Bologna interessati tutti i comuni di pianura ove si svolge principalmente l'attività agricola con punte raggiunte in 4 comuni di 22 m/s.

  

 

  

    

                    

 

 

 

 

 

 

 

AGGIORNAMENTO PREZZI 2019

29 APRILE 2019

 

Abbiamo aggiornato il listino PREZZI 2019, aggiunti prezzi di Barbabietole, Girasole, Mais, Soia, Sorgo, Tabacco e alcune varietà di Uva da Vino.  

Chiusura uffici di Bologna e Ferrara

57430335 2396678840618933 4002692267541266432 o

Gli Uffici rimarranno chiusi:

  • Lunedì 22 Aprile
  • Martedì 23 Aprile (Santo Patrono di Ferrara)
  • Giovedì 25 Aprile

ULTERIORE AGGIORNAMENTO LISTINO PREZZI 2019

08 APRILE 2019

 

Pubblicato aggiornamento del listino PREZZI 2019.

Aggiunti prezzi di ORTICOLE - RISO - MAIS -UVA DA VINO e altri.

Variato codici e prezzi di alcune varietà di Albicocche - Susine e Uva da Vino.

SI RICORDA CHE I PREZZI SONO PROVVISORI, INCOMPLETI E SONO POSSIBILI ULTERIORI VARIAZIONI.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

EMISSIONE 2° RATA MAV CAMPAGNA 2018

14 Marzo 2019

 

Si avvisano i Soci che, per coloro che hanno ricevuto il contributo per la campagna assicurativa 2018, è in arrivo il MAV 2018 2° rata con scadenza 25 Marzo 2019.

Sono 1.480 i Soci a cui verranno inviati tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) i bollettini e i prospetti riepilogativi aggiornati dove sono indicati tutti i dati della precedente campagna e i contributi percepiti da AGEA.

  

 

 

 

 

 

 

 

                                                                          

 

 

SCADENZE 2019- AGGIORNAMENTO

05 Marzo 2019

 

Prot. 642 del 21 gennaio 2019

 

Piano di gestione dei rischi in agricoltura 2019

Articolo 8

(Termini di sottoscrizione delle polizze)

1. Ai fini dell’ammissibilità a contributo le polizze assicurative singole ed i certificati per le polizze

collettive, devono essere sottoscritti entro le date, ricadenti nell’anno a cui si riferisce la

campagna assicurativa, di seguito indicate:

a)   per le colture a ciclo autunno primaverile entro il 31 maggio;

b)   per le colture permanenti entro il 31 maggio;

c)   per le colture a ciclo primaverile entro il 30 giugno;

d)   per le colture a ciclo estivo, di secondo raccolto, trapiantate entro il 15 luglio;

e) per le colture a ciclo autunno invernale, colture vivaistiche, strutture aziendali e allevamenti

entro il 31 ottobre;

 

 

AGGIORNAMENTO - CAMPAGNA ASSICURATIVA 2019

05 Marzo 2019 ore 15:00

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha concluso le trattative per le condizioni normative di assicurazione e tariffarie con le maggiori Compagnie assicurative, il Presidente ed il Comitato Esecutivo hanno proceduto alla apertura della campagna assicurativa 2019.

A partire dal 22 febbraio 2019 si possono porre in copertura le Produzioni Vegetali, mentre le coperture riguardanti Strutture (Serre e Reti antigrandine) ed Allevamenti si potevano effettuare già a gennaio 2019.

Le compagnie che sino ad ora hanno aderito sono:

  • Allianz
  • ARA 1857
  • Assicuratrice Milanese
  • Axa
  • Cattolica
  • Generali
  • Groupama
  • Italiana Assicurazioni
  • Itas
  • Reale Mutua
  • Sompo International Insurance
  • Svizzera
  • Unipol
  • VH Itala
  • Vittoria
  • Zurich

ed aggiorneremo costantemente la pagina internet per inserire le altre Compagnie e le novità.

Importante prima di precedere alla sottoscrizione del certificato assicurativo produrre (unica per azienda) presso il CAA (Centro di Assistenza Agricola) la “Manifestazione di Interesse” e successivamente prima possibile procedere alla compilazione del PAI (Piano Assicurativo Individuale) per controllare la corrispondenza esatta dei dati inseriti con quelli dichiarati e presenti nel certificato assicurativo.

Fondamentale controllare la data di possesso o di entrata in possesso dei terreni presenti nel Fascicolo Aziendale, questi devono sempre avere data antecedente la sottoscrizione del certificato assicurativo.

Per dettagli maggiori sulla normativa vigente si invita a visitare il sito del Condifesa di Bologna e Ferrara www.condifesabofe.it ove si può scaricare il Piano di Gestione dei Rischi Agricoli 2019 - DM n. 642 del 21 gennaio 2019.

 

 

INCONTRI INFORMATIVI TERRITORIALI CON I SOCI

 28 Febbraio 2019

 

Il Condifesa Bologna e Ferrara invita tutti i produttori agricoli e tutti gli operatori del settore a partecipare alle riunioni serali tecnico informative sulle novità del nuovo Piano di Gestione del Rischio 2019, indirizzato allo sviluppo delle politiche relative alla gestione dei rischi in agricoltura, al fine di definire per le produzioni agricole tempistiche e modalità, alle quali occorre attenersi per beneficiare dei contributi pubblici. Tali contributi sono previsti dalla normativa europea e nazionale a parziale ristoro dei costi sostenuti per la copertura dei rischi di perdite economiche causate da avversità atmosferiche, epizoozie e fitopatie.

Inoltre tratteremo le novità relative all’apertura della Campagna assicurativa 2019.

 

Le riunioni si terranno sul territorio nei seguenti giorni:

04 Marzo 2019 ore 20,30 - IMOLA - Consorzio Agrario dell’Emilia, Via Prov.le Selice,43;

06 Marzo 2019 ore 20,30 - FERRARA - Hotel Villa Regina, Via Comacchio, 402;

11 Marzo 2019 ore 20,30 - PORTOMAGGIORE - Centro dell’Olmo, Via Carlo Eppi, 10/1;

13 Marzo 2019 ore 20,30 - S.GIORGIO DI PIANO - Consorzio Agrario dell’Emilia, Via Centese, 5/3;

15 Marzo 2019 ore 20,30 - COPPARO - Sala Don Orione in Piazzetta Don Orione;

18 Marzo 2019 ore 20,30 - BONDENO - Sala 2000, Viale Matteotti, 10;

19 Marzo 2019 ore 20,30 - S.GIOVANNI IN PERSICETO – Ristorante Fresco via Bologna 98;

21 Marzo 2019 ore 20,30 - CODIGORO - Teatrino Don Bosco presso Oratorio Salesiano in Via De Amicis n.5.

 

 

 

APERTURA CAMPAGNA ASSICURATIVA 2019

22 Febbraio 2019

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha concluso le trattative per le condizioni normative di assicurazione e tariffarie con le maggiori Compagnie assicurative, il Presidente ed il Comitato Esecutivo hanno proceduto alla apertura della campagna assicurativa 2019.

A partire dal 22 febbraio 2019 si possono porre in copertura le Produzioni Vegetali, mentre le coperture riguardanti Strutture (Serre e Reti antigrandine) ed Allevamenti si potevano effettuare già a gennaio 2019.

Le compagnie che sino ad ora hanno aderito sono:

Generali, Reale Mutua, Zurich ed aggiorneremo costantemente la pagina internet per inserire le altre Compagnie e le novità.

Importante prima di precedere alla sottoscrizione del certificato assicurativo produrre (unica per azienda) presso il CAA (Centro di Assistenza Agricola) la “Manifestazione di Interesse” e successivamente prima possibile procedere alla compilazione del PAI (Piano Assicurativo Individuale) per controllare la corrispondenza esatta dei dati inseriti con quelli dichiarati e presenti nel certificato assicurativo.

Fondamentale controllare la data di possesso o di entrata in possesso dei terreni presenti nel Fascicolo Aziendale, questi devono sempre avere data antecedente la sottoscrizione del certificato assicurativo.

Per dettagli maggiori sulla normativa vigente si invita a visitare il sito del Condifesa di Bologna e Ferrara www.condifesabofe.it ove si può scaricare il Piano di Gestione dei Rischi Agricoli 2019 - DM n. 642 del 21 gennaio 2019.

PIANO DI GESTIONE DEI RISCHI IN AGRICOLTURA 2019

20 Febbraio 2019

 

Con l’uscita del nuovo “PIANO DI GESTIONE DEI RISCHI IN AGRICOLTURA 2019”, si riportano le principali novità:

Il trend assicurativo nazionale è stato positivo nel 2018, ed è aumentato a livello italiano il valore assicurato di tutti i prodotti in media del 7% su base nazionale (in particolare +29% uva da vino, +5% vegetali), e un aumento del 5% delle imprese assicurate rispetto al 2017.

La accelerazione dei flussi finanziari negli ultimi mesi verso le aziende agricole, relativi ai contributi assicurativi, costituisce un volano positivo per il consolidamento del sistema di gestione del rischio. Si è già pagato a livello italiano l’84% dei contributi attesi per il 2015, il 78% per 2016 e 2017, il 46% del 2018 inoltre per la prima volta con il sistema dei PSR, sono stati pagati contributi della campagna in corso prima della fine dell’anno di riferimento, a dimostrazione che il sistema ha trovato fluidità.

Le più importanti novità del Piano 2019, che prende il nome di Piano di gestione dei rischi, in applicazione delle modifiche inserite nel d.lgs.102, riguardano vari argomenti:

Le “combinazioni dei rischi assicurabili”, sono sostanzialmente rimaste invariate rispetto al 2018.

Distinzione delle avversità:

- catastrofali caratterizzate da alto impatto territoriale e bassa frequenza (siccità, alluvione, gelo e brina);

- di frequenza caratterizzate da alta frequenza ma modesto impatto territoriale (eccesso di neve, eccesso di pioggia, grandine, venti forti);

- accessorie (colpo di sole/vento caldo, sbalzi termici).

AVVERSITA’              

Catastrofali

Frequenza

Accessorie

Alluvione

Grandine

Colpo di sole e Vento caldo

Gelo e Brina

Eccesso di Neve

Sbalzi Termici

Siccità

Eccesso di Pioggia

 
 

Vento Forte

 

Le combinazioni assicurative possibili si riassumono;

a) polizze che coprono tutte le avversità in totale 9 rischi.

b) polizze che coprono le avversità catastrofali e almeno 1 avversità di frequenza;

c) polizze che coprono almeno 3 delle avversità di frequenza e accessorie;

d) polizze che coprono le sole avversità catastrofali;

e) polizze sperimentali;

f) polizze che coprono almeno 2 delle avversità di frequenza.

Il termine di sottoscrizione delle polizze assicurative nel il nuovo PAAN asserisce le date entro le quali debbano essere sottoscritte le polizze assicurative per le varie tipologie di prodotto:

Colture autunno primaverili e permanenti: entro il 31 maggio;

Colture primaverili: entro il 30 maggio;

Colture estive, di secondo raccolto e trapiantate: entro il 15 luglio

Colture autunno invernali e vivaistiche: entro il 31 ottobre

In sintesi si devono obbligatoriamente rispettare i tempi di sottoscrizione dei certificati secondo le date sopra riportate nelle diverse tipologie produttive.

Si ricorda che prima di assicurare in formula agevolata occorre sempre avere sottoscritto presso i CAA (Centri di Assistenza Agricola) la Manifestazione di Interesse per l’intera azienda e successivamente il PAI, uno per ogni Comune e prodotto vegetale assicurato, nel caso in cui vi siano più certificati per Comune e prodotto vegetale occorre che ad ogni certificato assicurativo corrisponda un solo PAI (Piano assicurativo individuale).

La copertura assicurativa per singolo beneficiario deve comprendere l’intera superficie in produzione per ciascuna tipologia di prodotto vegetale, coltivata all’interno di un territorio comunale.

Tutti i certificati non agevolati legati ai certificati agevolati devono essere trasmessi nel sistema di gestione del rischio, la loro mancata trasmissione determina la decadenza dell’aiuto.

Per quanto riguarda la contribuzione sull’uva da vino nel 2019 rientra nell’ambito del finanziamento PSRN, non vi sarà più l’OCM vino.

La clausola di salvaguardia nei vegetali rimane al 90% per le polizze con rischi catastrofali (gelo, siccità e alluvione), per le polizze con tre avversità è all’85%, per le polizze con la combinazione a 2 eventi la clausola è fissata al 75%, mentre la novità e che anche nelle produzioni zootecniche e nelle strutture la clausola di salvaguardia è al 90% questo permette come per le colture vegetali di minimizzare la eventuale differenza tra la tariffa applicata nel certificato ed il rispettivo parametro Ministeriale, per garantire sempre una equa contribuzione.

Il PRG migliora il calcolo dei parametri utili al conteggio del contributo, tenendo conto delle diverse tipologie di polizze, con diverse combinazioni dei rischi, il contributo riconosciuto agli agricoltori si potrà calcolare sui costi sostenuti nelle avversità sottoscritte per la pluralità delle combinazioni.

Per la Soglia sono ammissibili esclusivamente le polizze che prevedono la copertura di perdite di produzione superiori al 20% della produzione media annua dell'imprenditore agricolo, riferita alla superficie in produzione per ciascuna tipologia di prodotto vegetale, coltivata all’interno di un territorio comunale. Per le polizze sperimentali index based, le perdite devono superare il 30% della produzione media annua dell’imprenditore agricolo e la misurazione della perdita avviene mediante l’utilizzo di indici tecnici.

Nelle polizze sperimentali index based (polizze indicizzate) la misurazione della perdita registrata avviene mediante l’utilizzo degli indici, i contributi sono fino al 65% della spesa ammessa, si considerano assicurabili con polizze sperimentali index based le produzioni di cereali, foraggere e oleaginose.

E’ possibile il finanziamento dei Fondi di Mutualità che prevede la possibilità della contemporanea sottoscrizione di una polizza assicurativa e l’adesione ad un fondo mutualistico purché vengano coperti rischi diversi. L’utilizzo dei fondi mutualistici è verosimile per le avversità atmosferiche, oltre che per epizoozie, fitopatie, infestazioni parassitarie, la soglia minima di danno è superiore al 30%. Sulle quote di adesione al Fondo il contributo è concedibile fino al 70% della spesa ammessa.

Non è chiara la modalità con cui si utilizzerà lo Standard Value (Valore Standard) e se si potrà effettivamente assicurare sulla base esclusivamente di questo valore standard per ogni tipologia colturale che permetterebbe una semplificazione importante sulle rese attuali assicurando il valore ad ettaro. Sono in corso approfondimenti con il Ministero, poiché nel 2019 la materia potrebbe essere oggetto soltanto di una rilevazione di tipo statistico da parte di ISMEA.

Fondi per la Stabilizzazione del reddito (IST) possono essere attivati soltanto per alcuni comparti: frumento duro, olivicoltura, ortofrutta, latte bovino e avicoltura. Il reddito si calcola secondo la metodologia indicata nel PGR, la diminuzione di reddito può essere determinata da qualsiasi evento, ovvero sia cali di produzione dovuti ad avversità atmosferiche o altri eventi avversi, sia variazioni dei prezzi di mercato. L’Autorità di gestione, con il supporto di ISMEA, attraverso i dati e le informazioni desunti attesta il “trigger event”, ossia l’avvenuta variazione negativa di reddito, che deve essere superiore a -15%, rispetto al reddito medio del triennio precedente. Per tutti gli IST la soglia è il 20% ed il contributo non può essere superiore al 70% della spesa ammessa. 

 

 

CAMPAGNA CEREALI AUTUNNO VERNINI - aggiornamento

Il Condifesa ha aperto la campagna assicurativa 2018-2019 per i prodotti cereali autunno vernini quali il frumento tenero e duro, orzo, avena, segale, triticale, tutti a semina autunnale, con il contributo pubblico attraverso assicurazioni pluririschio o multirischio ed in alcuni casi associate alle innovative polizze index (parametriche).

Si ricorda che questi prodotti assicurativi sono in grado di risarcire i danni provocati dagli eventi atmosferici (siccità, eccesso di pioggia, gelate, ecc..) in un periodo del ciclo biologico della pianta che negli ultimi anni è stato particolarmente sensibile a problemi di stress e moria delle piante con perdita di resa e che storicamente non veniva coperto dalle Compagnie assicurative. Molte sono state le aziende nelle quali si è verificato un danno anterischio, ossia un evento calamitoso in un periodo antecedente la sottoscrizione del certificato assicurativo che ne determina la non risarcibilità, i danni restano a carico del produttore.

Queste tipologie di polizze risarciscono generalmente un danno relativo ad una mancata resa o minor produzione come danno quantitativo somma dei diversi eventi, ed eventualmente un danno qualitativo relativo al minor peso ettolitrico del frumento in correlazione ad una specifica tabella di qualità.

Per tali motivi le polizze agevolate con il contributo pubblico fino all'65% per le polizze index e 70% per le pluririschio del premio parametrato sono in grado di assicurare i danni provocati a partire dalla semina, sino ad un massimo di nove avversità quali : gelo e brina, vento forte, vento sciroccale, siccità, eccesso di pioggia, sbalzo termico, alluvione, colpo di sole, eccesso di neve e naturalmente grandine, conformemente a quanto disposto dal vigente Piano Assicurativo Nazionale.

Riteniamo queste tipologie di polizza molto interessanti ed evolute per il mercato.
Vi sono diverse Compagnie che offrono queste tipologie di polizze, Generali offre per i cereali autunno vernini la polizza index di nuova generazione, mentre le pluririschio sono sottoscrivibili con le Compagnie Itas e Cattolica.

Per specifiche informazioni contattare gli uffici del Condifesa.

 

 

                                                                                                                                                                                                

AGGIORNAMENTO - CAMPAGNA PER CEREALI AUTUNNO VERNINI

 

Il Condifesa a partire dal 1 novembre ha aperto la campagna assicurativa 2018-2019 per i prodotti cereali autunno vernini quali il frumento tenero e duro, orzo, avena, segale, triticale, tutti a semina autunnale, con il contributo pubblico attraverso assicurazioni pluririschio o multirischio ed in alcuni casi associate alle innovative polizze index (parametriche).

Si ricorda che questi prodotti assicurativi sono in grado di risarcire i danni provocati dagli eventi atmosferici (siccità, eccesso di pioggia, gelate, ecc..) in un periodo del ciclo biologico della pianta che negli ultimi anni è stato particolarmente sensibile a problemi di stress e moria delle piante con perdita di resa e che storicamente non veniva coperto dalle Compagnie assicurative. Molte sono state le aziende nelle quali si è verificato un danno anterischio, ossia un evento calamitoso in un periodo antecedente la sottoscrizione del certificato assicurativo che ne determina la non risarcibilità, i danni restano a carico del produttore.

Queste tipologie di polizze risarciscono generalmente un danno relativo ad una mancata resa o minor produzione come danno quantitativo somma dei diversi eventi, ed eventualmente un danno qualitativo relativo al minor peso ettolitrico del frumento in correlazione ad una specifica tabella di qualità.

Per tali motivi le polizze agevolate con il contributo pubblico fino all’65% per le polizze index e 70% per le pluririschio del premio parametrato sono in grado di assicurare i danni provocati a partire dalla semina, sino ad un massimo di nove avversità quali : gelo e brina, vento forte, vento sciroccale, siccità, eccesso di pioggia, sbalzo termico, alluvione, colpo di sole, eccesso di neve e naturalmente grandine, conformemente a quanto disposto dal vigente Piano Assicurativo Nazionale.

Riteniamo queste tipologie di polizza molto interessanti ed evolute per il mercato.

Le assunzioni termineranno probabilmente alla fine del mese di dicembre 2018, salvo proroghe.

Le Compagnie che offrono le polizze specifiche per questi prodotti, sono ad oggi ITAS, Generali e Cattolica, per specifiche informazioni contattare gli uffici del Condifesa.

 

Incontro con Compagnie Ispettori e Periti al Condifesa di Bologna e Ferrara

 

Il 16 maggio 2018 il Condifesa di Bologna e Ferrara ha invitato tutti gli Ispettori delle Compagnie operanti sul territorio per verificare principalmente le problematiche relative alle gelate/brinate che si sono verificate nei mesi di febbraio e marzo 2018, per i prodotti vegetali precoci in particolare le albicocche. Nella riunione molto partecipata sono stati esaminati tutti gli aspetti tecnici, allo scopo di trovare una comune visione delle casistiche rilevate, circa i danni conseguenti alla calamità atmosferica in oggetto.

Le situazioni territoriali relative ad altimetrie diverse, come le diverse sensibilità varietali legate anche all’epoca di fioritura, determinano una lettura del fenomeno e dei danni relativi sempre individuale ed aziendale.

 

       

Incontro con gli studenti dell'Università di Bologna


 
Il Condifesa di Bologna e Ferrara è stato invitato arealizzare un seminario all’Università degli Studi diBologna per gli studenti del terzo anno del corso dilaurea triennale "Economia e marketing del sistemaagroindustriale".

 

 

Il Direttore Guido Graziani ha illustrato agli studenti ilfunzionamento del sistema dei Condifesa a partire dagliscopi consortili per proseguire con la legislazioneEuropea e Nazionale di riferimento del settore.

 

 

Nella seconda parte del seminario si sono affrontati i temi riguardanti le variazioni del clima e la misurazione con i sistemi delle stazioni meteo o radar, terminando con una analisi tecnica relativa al sistema delle liquidazioni e dei risarcimenti nelle diverse avversità da calamità atmosferica. Gli studenti molto interessati al seminario anche dopo aver visto il filmato con le testimonianze degli agricoltori, hanno posto diverse domande per conoscere ed approfondire un sistema per molti aspetti di grande interesse.

 

 

 

 

ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA

Si è svolta il 7 maggio l'assemblea generale ordinaria del Condifesa Bologna e Ferrara per l'approvazione del bilancio 2017 e per la elezione dei componenti del Collegio Sindacale, alla quale hanno partecipato i delegati espressi nelle due assemblee parziali delle diue provincie in rappresentanza di oltre 5.200 soci.

Il Presidente Gianluigi Zucchi ha evidenziato l'attività del Condifesa nel 2017 ed ha proceduto a sottoporre all'Assemblea l'approvazione del bilancio con un utile di esercizio di € 55.369,00 indirizzato al fondo di riserva consortile.

Il Direttore Guido Graziani ha  informato l'assemblea dei risultati tecnici del 2017, ove il Condifesa ha assicurato il valore record di 520 milioni di euro con un incremento del 3% sui vegetali, del 10% sui vivai, del 12% nella zootecnia e del 132% nelle strutture.

L'assemblea ha inoltre proceduto al rinnovo delle cariche rellative al Collegio dei Sindaci Revisori nominando Presidente Dott. Argentini Nicola e membri del collegio la Dott. Droghetti Stefania e il Dott. Franchella Federico.

IMG-20180507-WA0000  

IMG-20180507-WA0002

IMG-20180507-WA0010

AVVISO DI CONVOCAZIONE DELLE ASSEMBLEE SEPARATE DEI SOCI E DELL'ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI DELEGATI

 

A norma degli artt. 18-19-20-21-22-23-24-25-26 dello Statuto Sociale e da Regolamento Capo II art. 7-8, ed in conformità alla delibera adottata dal Consiglio d'Amministrazione nella seduta del 21 aprile 2016, sono convocate le Assemblee Separate dei Soci del Condifesa Bologna e Ferrara per la

NOMINA DEI DELEGATI

con il seguente calendario:

-       BOLOGNA in prima convocazione il giorno 15 aprile 2018 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 16 APRILE 2018, alle ore 20.30 presso Consorzio Agrario dell’Emilia in Via Centese, 5/3 - San Giorgio di Piano (BO), per i Soci con la sede sociale ubicata in regione Emilia Romagna nei Comuni appartenenti alla provincia di Bologna, Forli-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio-Emilia, Rimini, in Regione Veneto per i Comuni appartenenti alle provincie di Belluno, Treviso, Verona e nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino-Alto Adige, Umbria e Valle d'Aosta.

 

-       FERRARA in prima convocazione il giorno 17 aprile 2018 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 18 APRILE 2018, alle ore 20.30 presso HOTEL VILLA REGINA in Via Comacchio n.402 – Ferrara FE, per i Soci con la sede sociale ubicata in Regione Emilia Romagna nei Comuni appartenenti alla provincia di Ferrara, in Regione Veneto nei Comuni appartenenti alle provincie di Venezia, Vicenza, Padova e Rovigo ed in Regione Friuli Venezia Giulia.

I Delegati eletti nell’ambito delle Assemblee Separate parteciperanno alle Assemblea Generale Ordinaria convocata il giorno 30 aprile 2018, alle ore 04.00 in prima convocazione e per il GIORNO 07 MAGGIO 2018 alle ore 9,45 IN SECONDA CONVOCAZIONE presso gli uffici della Sede Sociale, in Via Vene di Bellocchio n.14, Ferrara – ed occorrendo presso altro luogo che sarà comunicato ai Delegati, per discutere e deliberare sul seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

 

1)      Bilancio Consuntivo al 31/12/2017. Relazione del Consiglio di Amministrazione e del Collegio dei Sindaci;

2)      Forme di difesa e d'intervento. Determinazione della quota di ammissione e dei contributi annuali obbligatori a carico dei Soci;

3)      Relazione Previsionale per il 2018;

4)      Emolumenti componenti Collegio Sindacale;

5)      Elezione dei componenti del Collegio Sindacale;

6)      Varie ed eventuali.

 

 

NUOVO DECRETO DI MODIFICA DEL PAAN 2018

 

Il nuovo Decreto di modifica del Piano Assicurativo 2018 appena emanato dal Ministero delle Politiche Agricole, adegua nel PAAN le disposizioni introdotte dal Regolamento (UE) n. 2393/2017.

In sintesi come oramai annunciato da tempo le polizze dovranno prevedere una soglia di danno superiore al 20% da applicare sull’intera produzione assicurata per Comune in tutte le tipologie produttive, ad eccezione delle polizze relative all’uva da vino, per le quali la soglia di danno resta superiore al 30%.

Per quanto riguarda i contributi agevolati per tutte le tipologie di polizza il contributo è fino al 70% della spesa ammessa tranne per la tipologia due rischi e per le polizze sperimentali ove il contributo è fino al 65% della spesa ammessa.

INCONTRI TECNICO INFORMATIVI TERRITORIALI

 

Il Condifesa Bologna e Ferrara invita tutti i produttori agricoli e tutti gli operatori del settore a partecipare alle riunioni serali informative sulle novità del nuovo Piano Assicurativo Agricolo Nazionale 2018, indirizzato allo sviluppo delle politiche relative alla gestione dei rischi in agricoltura, al fine di definire per le produzioni agricole tempistiche e modalità alle quali occorre attenersi per beneficiare dei contributi pubblici. Tali contributi sono previsti dalla normativa europea e nazionale a parziale ristoro dei costi sostenuti per la copertura dei rischi di perdite economiche causate da avversità atmosferiche, epizoozie e fitopatie.

Inoltre tratteremo le novità relative all’apertura della Campagna assicurativa 2018.

 

Le riunioni si terranno sul territorio nei seguenti giorni:

15 Marzo 2018 ore 20,30 - IMOLA - Consorzio Agrario dell’Emilia, Via Prov.le Selice,43;

19 Marzo 2018 ore 20,30 - FERRARA - Hotel Villa Regina, Via Comacchio, 402;

22 Marzo 2018 ore 20,30 - S.GIORGIO DI PIANO - Consorzio Agrario dell’Emilia, Via Centese, 5/3;

27 Marzo 2018 ore 20,30 - COPPARO - Sala Don Orione in Piazzetta Don Orione;

 28 Marzo 2018 ore 20,30 - PORTOMAGGIORE - Centro dell’Olmo, Via Carlo Eppi, 10/1;

 29 Marzo 2018 ore 20,30 - MOLINELLA - Teatro la Torretta, Via Mazzini, 12;

 05 Aprile 2018 ore 20,30 - BONDENO - Sala Bocciofila via Enrico Fermi, 4;

 06 Aprile 2018 ore 20,30 - CODIGORO - Teatrino Don Bosco presso Oratorio Salesiano in Via De Amicis n.5;

 09 Aprile 2018 ore 20,30 - S.GIOVANNI IN PERSICETO – Ristorante Fresco via Bologna 98.

 

 

 

 

INCONTRO TECNICO

INTERMEDIARI E OPERATORI DEL SETTORE

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha il piacere di invitare Intermediari assicurativi ed Operatori del settore Rischi agricoli agevolati, agli incontri informativi per la Campagna assicurativa 2018, che si terranno i giorni: 

19 marzo 2017 alle ore 9,30 - presso l’Hotel VILLA REGINA in Via Comacchio 402 a Ferrara (FE).

20 marzo 2017 alle ore 9,30 - presso il SAVOIA HOTEL REGENCY in Via del Pilastro 2 a Bologna (BO)

La riunione tratterà di una prima parte generale riguardante le novità 2018 e lo stato delle cose per le Campagne 2015,2016 e 2017 mentre la seconda parte più particolareggiata, per la quale è gradita la presenza di chi materialmente compila e predispone i certificati, riguarderà la compilazione, consegna e metodologia di variazione dei Certificati con chiarimenti relativi al PAI, presentazione delle novità relative ai Prezzi ed una parte riguardante Tariffe e “preventivatore”.

La scelta della partecipazione alla data dell’incontro è libera, si richiede comunque la comunicazione del luogo prescelto e del numero previsto di partecipanti mezzo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

 

 

 

APERTURA CAMPAGNA ASSICURATIVA 2018

aggiornamento del 13 Marzo 2018 ore 12,00

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha concluso le trattive per le condizioni normative di assicurazione e tariffarie con le maggiori Compagnie assicurative ed il Presidente ed il Comitato Esecutivo hanno proceduto alla apertura della campagna assicurativa 2018.

A partire dal 8 Marzo 2018 si possono porre in copertura le Produzioni Vegetali, mentre per le coperture riguardanti Zootecnia e Strutture (Serre e Reti antigrandine) si potevano effettuare già dal 1 gennaio 2018.

SCHEMA TIPOLOGIE ASSICURATIVE

Le Compagnie Assicurative che sino ad ora hanno aderito sono:

Ara 1857,  Axa, Cattolica, Generali, Groupama, Italiana, Itas, Reale Mutua, Svizzera,  Unipol,  VH Italia,  Vittoria,  Zurich,  aggiorneremo costantemente la pagina internet per inserire le novità e le altre Compagnie che aderiranno all’apertura.

Importante prima di procedere alla sottoscrizione del certificato assicurativo produrre (unica per azienda) presso il CAA (Centro di Assistenza Agricola) la “Manifestazione di Interesse” e successivamente, quando possibile procedere alla compilazione del PAI (Piano Assicurativo Individuale) per controllare la corrispondenza esatta dei dati evidenziati sul PAI con quelli dichiarati e presenti nel certificato assicurativo.

Fondamentale controllare la data di possesso o di entrata in possesso dei terreni condotti e presenti nel Fascicolo Aziendale, questi documenti devono sempre avere data antecedente alla sottoscrizione del certificato assicurativo.

A causa della entrata in copertura per Grandine 3 gg, Gelo/Brina 9-12 gg, Siccità 30 gg, altre 6-12gg, consigliamo i Soci di assicurare quanto prima possibile per evitare i danni anterischio soprattutto gelo.

Per dettagli maggiori sulla normativa vigente si invita a visitare il sito del Condifesa di Bologna e Ferrara www.condifesabofe.it ove si può scaricare il Piano Assicurativo Agricolo Nazionale 2018 (PAAN 2018) - DM n.28405 del 06/11/2017, il Decreto Prezzi DM n. 2921 del 29/01/2018.

 

 

 

 

 

 

Polizza barbabietola da zucchero Cooperativa Produttori di Bietole (Coprob)

La Polizza della Cattolica assicurazioni comprende 6 avversità (grandine, vento, eccesso di pioggia, siccità, alluvione, gelo/brina).

  • La decorrenza delle avversità è di un giorno per grandine e vento, di 30 giorni per la siccità, mentre per tutte le altre avversità è di 6 giorni per i contratti sottoscritti sino al 1°marzo e di 12 giorni per quelli sottoscritti successivamente alla data del 1°marzo. 
  • La franchigia è del 10% per grandine e vento mentre è del 30% per le altre avversità. 
  • Il massimo risarcimento è illimitato per grandine e vento mentre è del 50% per tutte le altre avversità della polizza.   
  • La entrata in garanzia è dall’emergenza comunque non prima del 21 febbraio.     
  • La entrata in garanzia della avversità gelo/brina e della crosta (compresa nella avversità eccesso di pioggia) è dalle ore 12 del 21 febbraio successivamente ai giorni di carenza in base alla sottoscrizione del contratto.

Termine della garanzia alla data di sterramento delle bietole o al 20 settembre.

Il valore assicurabile unitario è di 3,5€/q.le

La massima produzione assicurabile è di 500 q.li/ha per coltura non irrigua e di 700 q.li/ha per coltura irrigua.

Il danno risarcibile nel caso di grandine si basa sul danno di quantità per la perdita di produzione al quale sommare un eventuale danno di qualità basato su una tabella di defogliazione.

Per i danni precoci da gelo o da crosta è previsto un indennizzo se l’investimento delle piante è inferiore a 5 piante per metro quadro (entro il 15 aprile).

La Tariffa complessiva è di 7,5% del Valore assicurato, il costo stimato a carico Socio è di circa 75 Euro/Ha nel caso di resa irrigua e di 53 Euro/Ha nel caso di resa non irrigua.

Gli uffici del Condifesa sono disponibili per ulteriori informazioni tel.053263690.

 

 

AUGURI DI BUONE FESTE

Il Presidente, il Direttore e i dipendenti del Condifesa Bologna e Ferrara augurano a tutti Buon Natale 

ASSICURAZIONE INVERNALE A PARTIRE DALLA EMERGENZA PER CEREALI AUTUNNO VERNINI

Il Condifesa ha aperto la campagna assicurativa 2017-2018 dei prodotti cereali autunno vernini quail frumento tenero e duro, orzo, avena, segale, triticale, ed anche il colza, tutti a semina autunnale.

 Le Compagnie che offrono le polizze specifiche per questi prodotti  sono Società Cattolica di Assicurazione e Itas Mutua,  per specifiche informazioni contattare gli uffici del Condifesa.

 

Si ricorda che questi prodotti assicurativi sono in grado di risarcire i danni provocati dagli eventi atmosferici (siccità, eccesso di pioggia, gelate, ecc..) in un periodo del ciclo biologico e produttivo della pianta che negli ultimi anni è stato particolarmente sensibile a problemi di moria delle piante e perdita di resa e che storicamente non veniva coperto dalle Compagnie assicurative. Molte sono state le aziende nelle quali si è verificato un danno anterischio, ossia un evento calamitoso in un periodo antecedente la sottoscrizione del certificato assicurativo che ne determina la non risarcibilità, i danni restano a carico del produttore.

Queste tipologie di polizze risarciscono un danno relativo a ad una mancata resa o minor produzione (danno quantitativo) e un danno relativo al minor peso ettolitrico del frumento per la quantità residua in correlazione ad una specifica tabella (danno qualitativo).

Per tali motivi la polizza agevolata con il contributo pubblico fino all’65% (70% dal 2018) del premio parametrato è in grado di assicurare i danni provocati a partire dalla semina sino ad un massimo di nove avversità quali : gelo e brina, vento forte, vento sciroccale, siccità, eccesso di pioggia, sbalzo termico, alluvione, colpo di sole, eccesso di neve e naturalmente grandine, conformemente a quanto disposto dal Piano Assicurativo Nazionale, approvato in data 6 novembre 2017 per la campagna assicurativa 2018.

LE NOVITA' DEL PIANO ASSICURATIVO 2018

Con l’uscita del nuovo PAAN "Piano Assicurativo Agricolo Nazionale2018, riportiamo le principali novità:

Le “combinazioni dei rischi assicurabili”: sono sostanzialmente rimaste invariate rispetto al 2017, ma è stata aggiunta la combinazione a due avversità atmosferiche, che corrisponde alla maggiore innovazione contenuta nel PAN 2018, anche se per questa tipologia è prevista una contribuzione inferiore, pari al 60%, mentre le polizze con tre o più rischi hanno una contribuzione al 65%;

Il termine di sottoscrizione delle polizze assicurative nel il nuovo PAAN asserisce le date entro le quali debbano essere sottoscritte le polizze assicurative per le varie tipologie di prodotto:

Colture a ciclo autunno primaverile, permanenti e a ciclo primaverile: entro il 31 maggio

Colture a ciclo estivo, di secondo raccolto e trapiantate: entro il 15 luglio

Colture a ciclo autunno invernale e colture vivaistiche: entro il 31 ottobre

Per le colture che appartengono ai primi due gruppi che sono seminate o trapiantate successivamente alle scadenze indicate, il termine è entro la scadenza successiva.

In sintesi si devono obbligatoriamente rispettare i tempi di sottoscrizione dei certificati secondo le date sopra riportate nelle diverse tipologie produttive.

Si rileva un innalzamento della clausola di salvaguardia che rimane del 90% per le polizze con rischi catastrofali (gelo, siccità e alluvione), mentre per le polizze con tre avversità sale all’85%, per le polizze con la combinazione a 2 eventi la clausola è fissata al 75%; la clausola di salvaguardia permette di minimizzare la eventuale differenza tra la tariffa applicata nel certificato ed il rispettivo parametro Ministeriale, per garantire sempre una congrua contribuzione.

Importante è la possibilità di recepire ed applicare nel nuovo PAAN 2018 le modifiche previste nel “Decreto Omnibus”, in particolare gli emendamenti più importanti riguardano l’abbassamento della soglia minima di danno dal 30% al 20% e l’aumento dell’aliquota massima di aiuto del contributo che sale dal 65% al 70%.

La copertura assicurativa per singola azienda deve comprendere l’intera produzione per ciascuna tipologia di prodotto vegetale coltivata all’interno di un territorio comunale.

Non è possibile sottoscrivere più certificati assicurativi per ogni piano assicurativo individuale (PAI), ad ogni certificato deve corrispondere un PAI.

Tutti i certificati non agevolati legati ai certificati agevolati devono essere trasmessi nel sistema di gestione del rischio, la loro mancata trasmissione determina la decadenza dell’aiuto.

Si ricorda che prima di assicurare in formula agevolata occorre sempre avere attivato presso i CAA (Centri di Assistenza Agricola) la Manifestazione di Interesse per l’intera azienda e successivamente un PAI per ogni Comune e prodotto vegetale assicurato.

 

 

 

 

Risultati immagini per NOVITA

Workshop del 16 Novembre 2017

 
Il 16 novembre FuturPera ha ospitato l’importante workshop  “La gestione del rischio: novità e sviluppi del sistema” organizzato da Condifesa Bologna e Ferrara.
 IMG 1444
 
Il Convegno ha approfondito il sistema di applicazione dei contributi comunitari e nazionali alla gestione del rischio in agricoltura e gli adempimenti in merito, presenti e futuri. Tutto nell’ottica di una modifica delle regole e di una necessaria semplificazione burocratica, che permetta ai produttori di sfruttare pienamente le importanti risorse a disposizione, tornando ad ampliare la base sociale ed il numero dei produttori e recuperare quelli che attualmente si sono allontanati dal sistema.
 
IMG 1319
 
Le avversità atmosferiche si sono rivelate negli ultimi anni sempre più frequenti e intense nel comparto agricolo,  in una delle maggiori realtà produttive come il territorio delle provincie di Bologna e Ferrara.
 

IMG 1321

La necessità di utilizzare coperture assicurative a salvaguardia della produzione e del reddito delle aziende è una necessità ineludibile e la gestione del rischio è equiparata a una delle imprescindibili pratiche colturali.

IMG 1342

La moderna agricoltura fonda  sempre più il proprio lavoro su sistemi tecnologicamente avanzati e controllati e per questo deve prevedere un' adeguata gestione del rischio su variabili atmosferiche oggi ancora imprevedibili.

IMG 1360

IMG 1385

IMG 1399

IMG 1422

IMG 1441

 

  

FUTURPERA 2017 - FERRARA

16 NOVEMBRE 2017

 “La Gestione del Rischio: Novità e sviluppi del sistema”

 

sede del workshop

Ferrara Fiera – sala ConvegnI-Via della Fiera 11

 

CAMBIAMENTI CLIMATICI IN EMILIA ROMAGNA

Relazione del Prof. Massimiliano Fazzini dell'università degli Studi di Ferrara.

Vi invitiamo a leggere una interessante relazione sui cambiamenti climatici della nostra regione.

 

 

 

Circolare AGEA Coordinamento 60619 del 21-07-2017 Assicurazione Uva da VIno

 

OGGETTO: RIFORMA PAC - MODALITÀ E CONDIZIONI PER L'ACCESSO  Al  CONTRIBUTI COMUNITARI PER LE ASSICURAZIONI VINO DI CUI ALL'ART. 49 DEL REG. (UE) N. 1308/2013 - MODIFICAZIONI  ED INTEGRAZIONI  ALLA CIRCOLARE AGEA PROT. N. 15861 DEL 6 LUGLIO 2016

 

Con la presente si rammenta che, come previsto dalla circolare AGEA prot. n. 15861 del 6 luglio 2016, anche per la campagna 2017 trova applicazione la disciplina ivi stabilita, ad eccezione della data di scadenza di presentazione del PAl.

Al riguardo, considerato che le domande di aiuto presentate nell'ambito del Programma nazionale  di sostegno del settore vitivinicolo che non troveranno copertura finanziaria con i fondi FEAGA si intendono presentate anche ai fini del sostegno ai sensi del PSRN e che la scheda di misura 17.1 del PSRN prevede l'opportunità di allineare ove possibile, e nel rispetto delle  diverse  normative di base, la disciplina delle analoghe misure attivate a livello unionale e nazionale, la data di presentazione dei PAI 2017 per la misura in oggetto è fissata al1'8 agosto 2017.

                                              

 

CIRCOLARE AGREA DISPOSIZIONI ASVIT

Regg.(UE) n. 1308/2013 art. 49 e n. 1305/2013 art. 37: ASSICURAZIONI VITE DA VINO - RACCOLTO 2017 –

L’agricoltore sottoscrive un’unica istanza con la quale chiede di aderire al sostegno del programma nazionale vitivinicolo (OCM Vino) e, in via subordinata, al programma nazionale per lo sviluppo rurale (PSRN), qualora la propria domanda non risultasse finanziabile dalle risorse FEAGA. A tal fine, l’agricoltore dovrà impegnarsi, nella medesima domanda sopraindicata, a produrre l’eventuale documentazione che dovesse rendersi necessaria ai fini del finanziamento in ambito FEASR.

Si precisa che l’agricoltore interessato a percepire i contributi previsti per l’assicurazione uva da vino deve obbligatoriamente presentare la domanda nell’ambito FEAGA (OCM Vino), nel rispetto dei termini indicati. In assenza di tale domanda, infatti, l’agricoltore non potrà percepire neanche il contributo erogato in ambito FEASR (PSRN), non potendo presentare direttamente nel FEASR la domanda di contributo.

SOGGETTI BENEFICIARI

L’aiuto finanziario è concesso ai produttori che, nel rispetto di quanto previsto dal Piano Assicurativo Agricolo Nazionale 2017, stipulano polizze assicurative o aderiscono a polizze assicurative collettive, su superfici vitate ubicate e condotte in Emilia-Romagna che siano regolarmente registrate nel sistema informativo dello schedario viticolo regionale. Deve inoltre essere stata presentata la dichiarazione di vendemmia 2016.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Si procederà all’erogazione del contributo seguendo l’ordine cronologico di protocollazione delle domande e, a parità di data, in ordine crescente della spesa ammessa, fino all’esaurimento delle risorse assegnate.

La domanda di contributo/aiuto potrà essere presentata dal 18 luglio all’8 agosto 2017.

Rimborso agli Organismi di Difesa

Come richiesto dalla Circ. Agea 15861/2016 punto 5, sarà compito di Agrea verificare, in fase di esecuzione dei controlli oggettivi, l’avvenuto rimborso al Consorzio di appartenenza della quota del premio di spettanza dell’agricoltore, pari all’importo del premio riportato nel certificato di polizza. A tal fine, la relativa documentazione deve essere resa disponibile all’Organismo pagatore o eventuale ente delegato, dall’agricoltore o dal Consorzio di Difesa.

Gli agricoltori, con riferimento alle domande assicurazione uva da vino liquidate in ambito FEAGA, devono provvedere all’esecuzione del rimborso di cui sopra entro il termine del 31 gennaio dell’anno successivo a quello di presentazione della suddetta domanda.

 

TERMINE DI RILASCIO DEI PAI PER UVA DA VINO

Il Ministero ha precisato che il Decreto ministeriale di rinvio del termine di rilascio dei PAI  al bando di misura si riferisce solo alle colture diverse dall’uva da vino.

Per l’uva da vino, il termine di rilascio del PAI è stabilito alle circolari Agea. In particolare, i sensi della circolare Agea coordinamento n. 15861 del 06/07/2016, a partire dal 2016, e quindi anche per il 2017, i PAI relativi alle polizze uva da vino devono essere rilasciati  dai Centri di Assistenza Agricola) entro il 31 luglio dell’anno della campagna di riferimento (pagina 4, ultimo paragrafo del capitolo 1).

Il rispetto di tale termine è molto importante per assicurare l’utilizzo di tutte le risorse finanziarie assegnate dal programma vitivinicolo in base all’OCM.

 

DIFFERIMENTO DEI TERMINI

PRESENTAZIONE DOMANDA DI SOSTEGNO E PAGAMENTO ANNO 2015

Il decreto n. 18733 del 27 giugno 2017 dell'Autorità di Gestione del PSRN differisce i termini per la presentazione delle domande di sostegno e delle domande di pagamento, per concessione e pagamento di un contributo pubblico ai sensi della sottomisura 17.1 – Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante anno 2015.

Per la presentazione delle domande di sostegno la data ultima è fissata al 31 ottobre 2017 e per la presentazione delle domande di pagamento la data ultima è fissata al 31 gennaio 2018.

 

 

DECRETO MINISTERIALE PREZZI INTEGRATIVO

In data 31 Maggio 2017 il Mipaaf ha pubblicato il D.M.Prezzi n° 0015125 che va ad Integrare e modificare i precedenti D.M. n° 31908 del 29 Dicembre 2016 e n° 10789 del 28 Marzo 2017.  Trovate Il D.M e il listino Prezzi aggiornato nella sezione CAMPAGNA 2017.  

 

RIDUZIONE DEL PRODOTTO ASSICURATO CON STORNO DEL PREMIO DALL’ORIGINE

 

Quando si verifichi in una partita o sulla produzione assicurata la distruzione di almeno un quinto del prodotto per qualsiasi evento diverso da quelli assicurati.

La tipologia di polizza che è possibile ridurre è la C, (in alcune Compagnie anche la B) le date delle riduzioni con abbattimento del premio dall’origine per tutte le avversità sono:

- 31 maggio 2017 per uva da vino (molte Compagnie hanno accettato la proroga al 07 giugno 2017);

- 07 giugno 2017 per drupacee medio tardive;

- 14 giugno 2017 per pere medio tardive, mele, noci, castagne, actinidia, cachi e olive;

Non sono concesse riduzioni, con storno del premio dall’origine, per specie e varietà precoci.

E’ possibile ridurre anche se il prodotto è già stato colpito dagli eventi atmosferici in rischio, ma non è stata ancora effettuata la perizia, sempreché la domanda di riduzione sia stata inoltrata entro le date indicate.

Per tutti gli altri prodotti e decorsi i termini per la riduzione all’origine si applica la sola riduzione proporzionale del prodotto e conseguentemente del premio entro 15 giorni dalla data di raccolta presunta, si pagherà il valore iniziale sino alla data di riduzione, e successivamente il valore ridotto sino alla raccolta del prodotto.

TERMINE DI SOTTOSCRIZIONE DELLE POLIZZE 2017

Si ricorda ai sig. Soci, alle Compagnie e Agenzie Assicuratrici che si avvicina la scadenza del 30 Aprile 2017, temine per la sottoscrizione delle colture Autunno Primaverili e Permanenti. 

 

AVVISO DI CONVOCAZIONE DELLE ASSEMBLEE SEPARATE DEI SOCI E DELL'ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA ED ORDINARIA DEI DELEGATI

A norma degli artt. 18-19-20-21-22-23-24-25-26 dello Statuto Sociale e da Regolamento Capo II art. 7-8, ed in conformità alla delibera adottata dal Consiglio d'Amministrazione nella seduta del 21 aprile 2016, sono convocate le Assemblee Separate dei Soci del Condifesa Bologna e Ferrara per la

NOMINA DEI DELEGATI

con il seguente calendario:

-       FERRARA in prima convocazione il giorno 11 aprile 2017 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 12 APRILE 2017, alle ore 20.30 presso HOTEL VILLA REGINA in Via Comacchio n.402 – Ferrara FE, per i Soci con la sede sociale ubicata in Regione Emilia Romagna nei Comuni appartenenti alla provincia di Ferrara, in Regione Veneto nei Comuni appartenenti alle provincie di Venezia, Vicenza, Padova e Rovigo ed in Regione Friuli Venezia Giulia.

-       BOLOGNA in prima convocazione il giorno 12 aprile 2017 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 13 APRILE 2017, alle ore 20.30 presso HOLIDAY INN EXPRESS BOLOGNA FIERA in Via del Commercio Associato, 3 – Bologna BO, per i Soci con la sede sociale ubicata in regione Emilia Romagna nei Comuni appartenenti alla provincia di Bologna, Forli-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio-Emilia, Rimini, in Regione Veneto per i Comuni appartenenti alle provincie di Belluno,  Treviso, Verona e nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino-Alto Adige, Umbria e Valle d'Aosta.

I Delegati eletti nell’ambito delle Assemblee Separate parteciperanno alle Assemblea Generale Ordinaria convocate entrambe per il giorno 30 aprile 2017, alle ore 04.00 in prima convocazione e per il GIORNO 04 MAGGIO 2017 alle ore 9,45 IN SECONDA CONVOCAZIONE presso gli uffici della Sede Sociale, in Via Vene di Bellocchio n.14, Ferrara – ed occorrendo presso altro luogo che sarà comunicato ai Delegati, per discutere e deliberare sul seguente

 

LETTERA DEL PRESIDENTE GIANLUIGI ZUCCHI  

 

 

INCONTRO CON IL PRESIDENTE NAZIONALE ASNACODI

Si è svolto Giovedì 30 Marzo nel pomeriggio, un incontro con il Presidente Gianluigi Zucchi, il Direttore Guido Graziani e il Consiglio di Amministrazione del Condifesa di Bologna e Ferrara, presso la sede di Ferrara con il Presidente Nazionale Asnacodi Albano Agabiti accompagnato dal Direttore Paola Grossi, sulle problematiche legate alla gestione del rischio in agricoltura.

Molte le criticità evidenziate dai consiglieri in qualità di portavoce dei territori; il PAI, la domanda di sostegno, la domanda di pagamento, un estenuante ripetersi di adempimenti amministrativi, le anomalie bloccanti sulle superfici o altro, la necessità di ridurre le avversità obbligatorie, il possibile abbassamento della soglia imposta dalla Comunità Europea, le rese problema molto sofferto dalle aziende con prodotti specializzati, che limitano la possibilità di assicurare le effettive produzioni dell’anno in corso, tutti problemi che allontanano le aziende dal sistema agevolato.

Il Presidente Agabiti ha ascoltato con attenzione rispondendo da esperto ai Consiglieri, ed assicurando l’impegno dell’Associazione Nazionale per la risoluzione tecnica di alcune problematiche esposte.

L’incontro che si è svolto in un clima di estrema cordialità, sarà sicuramente ripetuto a breve. 

INCONTRI TERRITORIALI CON I SOCI

Si stanno svolgendo gli incontri territoriali con i soci e gli addetti ai lavori per approfondire le novità riguardanti la campagna assicurativa 2017, grande partecipazione agli incontri di  Imola, Ferrara, Copparo, San Giorgio di Piano e Molinella, ringraziamo i soci che hanno partecipato ed invitiamo tutti a partecipare alle prossime che si terranno il: 

23 Marzo 2017 ore 20,30 - PORTOMAGGIORE - Centro dell’Olmo, Via Carlo Eppi, 10/1;
24 Marzo 2017 ore 20,30 - S.GIOVANNI IN PERSICETO - La Crocetta Agriturismo via Castelfranco 36;
27 Marzo 2017 ore 20,30 - BONDENO - Sala 2000, Viale Matteotti, 10;
28 Marzo 2017 ore 20,30 - CODIGORO - Teatrino Don Bosco presso Oratorio Salesiano in Via De Amicis n.5.

 

 

INCONTRI TERRITORIALI CON SOCI E ADDETTI AI LAVORI

Il Condifesa Bologna e Ferrara invita tutti i produttori agricoli e tutti gli operatori del settore a partecipare alle riunioni serali informative sulle novità del nuovo Piano Assicurativo Agricolo Nazionale 2017, indirizzato allo sviluppo delle politiche relative alla gestione dei rischi in agricoltura, al fine di definire per le produzioni agricole tempistiche e modalità alle quali occorre attenersi per beneficiare dei contributi pubblici. Tali contributi sono previsti dalla normativa europea e nazionale a parziale ristoro dei costi sostenuti per la copertura dei rischi di perdite economiche causate da avversità atmosferiche, epizoozie e fitopatie.

Inoltre tratteremo le novità relative all'apertura della Campagna assicurativa 2017.

 

Le riunioni si terranno sul territorio nei seguenti giorni:

09 Marzo 2017 ore 20,30 - IMOLA - Consorzio Agrario dell’Emilia, Via Prov.le Selice,43;

13 Marzo 2017 ore 20,30 - FERRARA - Hotel Villa Regina, Via Comacchio, 402;

15 Marzo 2017 ore 20,30 - COPPARO - Sala Don Orione in Piazzetta Don Orione;

16 Marzo 2017 ore 20,30 - S.GIORGIO DI PIANO - Consorzio Agrario dell’Emilia, Via Centese, 5/3;

22 Marzo 2017 ore 20,30 - MOLINELLA - Teatro la Torretta, Via Mazzini, 12;

23 Marzo 2017 ore 20,30 - PORTOMAGGIORE - Centro dell’Olmo, Via Carlo Eppi, 10/1;

24 Marzo 2017 ore 20,30 - S.GIOVANNI IN PERSICETO – La Crocetta Agriturismo via Castelfranco 36;

27 Marzo 2017 ore 20,30 - BONDENO - Sala 2000, Viale Matteotti, 10;

28 Marzo 2017 ore 20,30 - CODIGORO - Teatrino Don Bosco presso Oratorio Salesiano in Via De Amicis n.5.

INCONTRi TECNICi CON GLI ASSICURATORI

Si sono svolti due incontri con gli assicuratori per approfondire le novità della campagna assicurativa 2017, ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato agli eventi.

  

  

    

    

 

 

 

 

APERTURA CAMPAGNA ASSICURATIVA 2017

 

AGGIORNAMENTO COMPAGNIE

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha concluso le tratttive per le condizioni normative di assicurazione e tariffarie con le maggiori Compagnie assicurative ed il Presidente ed il Comitato Esecutivo hanno proceduto alla apertura della campagna assicurativa 2017.

A partire dal 23 febbraio 2017 si possono porre in copertura le Produzioni Vegetali, mentre le coperture riguardanti Strutture (Serre e Reti antigrandine) ed Allevamenti si potevano effettuare già dal 1 gennaio 2017.

Le compagnie che sino ad ora hanno aderito sono:

  • Allianz
  • ARA 1857
  • Axa
  • Cattolica
  • Generali
  • Great Lakes
  • Groupama
  • Itas
  • Milanese
  • Nobis
  • Reale Mutua
  • Sace BT
  • Svizzera
  • Tua
  • Unipol
  • VH Italia    
  • Vittoria    
  • Zurich          

   aggiorneremo costantemente la pagina internet per inserire le novità o altre Compagnie.

 

Importante prima di procedere alla sottoscrizione del certificato assicurativo produrre (unica per azienda) presso il CAA (Centro di Assistenza Agricola) la “Manifestazione di Interesse” e successivamente quando possibile procedere alla compilazione del Pai (Piano Assicurativo Individuale) per controllare la corrispondenza esatta dei dati inseriti con quelli dichiarati e presenti nel certificato.

Fondamentale controllare la data di possesso o di entrata in possesso dei terreni presenti nel Fascicolo Aziendale, questi devono sempre avere data antecedente la sottoscrizione del certificato assicurativo.

Per dettagli maggiori sulla normativa vigente si invita a visitare il sito del Condifesa di Bologna e Ferrara www.condifesabofe.it ove si può scaricare il Piano Assicurativo Agricolo Nazionale 2017 (PAAN 2017) - DM n.31979 del 30/12/2016, il Decreto Prezzi DM n. 31908 del 29/12/2016.

 

Di seguito indichiamo le combinazioni dei rischi agricoli, la percentuale di salvaguardia ed i “Tassi Massimi” per combinazione come parametro massimo:

PIANO ASSICURATIVO 2017

Il  Piano Assicurativo per la copertura dei rischi agricoli agevolati per l’anno 2017 stabilito dal Decreto Ministeriale n. 31979 del 30/12/2016 (leggi il D.M.), tale documento, definisce ogni anno produzioni agricole, tempistiche e modalità alle quali occorre attenersi affinché i produttori agricoli possano beneficiare dei contributi pubblici - previsti dalla normativa europea e nazionale - a parziale copertura dei costi sostenuti per la protezione dei rischi di perdite economiche causate da avversità atmosferiche, da epizoozie e fitopatie.

I rischi agricoli sono assicurabili con il Regolamento (Ue) n. 1305/2013 art. 37, del più ampio Programma di Sviluppo Rurale Nazionale e limitatamente all’uva del Regolamento (Ue) n. 1308/2013 art. 49 in conformità a queste disposizioni il PAAN 2017 del Ministero delle Politiche Agricole detta le disposizioni applicative.

La Gestione del Rischio (PSRN) - lo strumento strategico di programmazione, gestione e sviluppo delle misure di intervento, è finanziato dall’Europa fino al 31 dicembre 2020.  In termini generali il PSRN rappresenta il documento di rilevanza strategica per l’Italia che fornisce l’insieme delle informazioni e delle indicazioni operative poste alla base del corretto impiego delle risorse della PAC (sono stati stanziati complessivamente 1,640 milioni di euro per tutto il periodo di programmazione) con particolare attenzione alle modalità di sviluppo e di crescita dell’impiego di strumenti di gestione del rischio. Complessivamente il nuovo PAAN non apporta grandi modifiche rispetto al 2016.

Nello specifico, di seguito si elencano i principali aspetti.

 

Distinzione delle avversità:

-   catastrofali caratterizzate da alto impatto territoriale e bassa frequenza (siccità, alluvione, gelo e brina);

-   di frequenza caratterizzate da alta frequenza ma modesto impatto territoriale (eccesso di neve, eccesso di pioggia, grandine, venti forti);

-   accessorie (colpo di sole/vento caldo, sbalzi termici).

 

               AVVERSITA’               

Catastrofali

Frequenza

Accessorie

Alluvione

Grandine

Colpo di sole e Vento caldo

Gelo e Brina

Eccesso di Neve

Sbalzi Termici

Siccità

Eccesso di Pioggia

 

 

Vento Forte

 

 

Combinazioni delle avversità. Il PAAN 2017 prevede la possibilità di associare  le avversità in diverse combinazioni:

 a) polizze che coprono l’insieme  delle  avversità: avversità catastrofali + avversità di frequenza + avversità accessorie;

 b) polizze che coprono le seguenti avversità: avversità catastrofali e almeno 1 avversità di frequenza;

 c) polizze che coprono almeno 3 delle avversità di frequenza e avversità accessorie;

 d) polizze che coprono l’insieme delle avversità catastrofali.

 e) polizze sperimentali.

 Le avversità accessorie sono facoltative e sono obbligatoriamente ricomprese solo nella prima combinazione, la tipologia a).

 

COMBINAZIONI

A

B

C

D

Obbligatorie le avversità

Obbligatorie le avversità

Obbligatorie almeno 3 avversità tra

 

Obbligatorie le avversità

Alluvione

Alluvione

Grandine

Alluvione

Gelo e Brina

Gelo e Brina

Eccesso di Neve

Gelo e Brina

Siccità

Siccità

Eccesso di Pioggia

Siccità

Grandine

Alla quale si può aggiungere almeno 1 tra

Vento Forte

 

Eccesso di Neve

Grandine

Colpo di sole e

Vento caldo

 

Eccesso di Pioggia

Eccesso di Neve

Sbalzi Termici

 

Vento Forte

Eccesso di Pioggia

 

 

Colpo di sole e  Vento caldo

Vento Forte

 

 

Sbalzi Termici

 

 

 

  

Utilizzando i contributi articolo 2 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102, è prevista, una quota fino a 10 milioni di euro per l'anno 2017, destinata ai contributi sui premi assicurativi per polizze innovative a copertura del rischio inerente alla variabilità del ricavo aziendale nel settore del grano, solo per il prodotto frumento la quantificazione del danno può tenere conto anche di eventuali variazioni negative di prezzo.

 

Gli schemi di polizza dovranno prevedere una soglia di danno del 30% da applicare sull’intera produzione assicurata per Comune.

La quantificazione del danno dovrà essere valutata con riferimento al momento della raccolta come differenza tra resa effettiva e resa assicurata tenendo conto, anche della eventuale compromissione della qualità.

La calamità naturale come definita ai sensi dell’art.2 comma 16 del Reg. 16 (UE) n. 702/2014, si intende comunque riconosciuta nei casi in cui il perito che deve stimare il danno a seguito di denuncia di sinistro da parte dell’assicurato, verifichi i dati meteo, il danno riscontrato sulla coltura e l’esistenza del nesso di casualità tra evento /i e i danni, anche su appezzamenti limitrofi, si accerta che il danno abbia superato il 30% della produzione dell’agricoltore.

 La copertura assicurativa  per singolo beneficiario deve comprendere l’intera produzione per ciascuna tipologia di prodotto vegetale coltivata all’interno di un territorio comunale.

 

Il PAI (Piano assicurativo individuale)

Il piano assicurativo individuale (PAI) allegato B lett. b) DM del 12 gennaio 2015, poi modificato dal DM del 8 marzo 2016 ed individuato nel SIAN, costituisce un allegato obbligatorio alla polizza o al certificato di polizza per le polizze collettive, ed i dati in esso contenuti fanno fede ai fini della corretta compilazione del certificato e del calcolo del contributo; questo documento è rilasciato presso gli uffici dei CAA.

 

I Contributi sui premi assicurativi

Le percentuali contributive massime sui premi assicurativi, da applicare secondo quanto previsto dal Piano assicurativo tenuto conto delle disponibilità di bilancio nazionale e comunitario sono, per ogni combinazione coltura, struttura o allevamento /tipologia di polizza/garanzia, le seguenti:

Nel caso delle polizze con soglia di danno (contributo Comunitario):

- Colture vegetali, l’uva da vino e le polizze sperimentali per gli eventi assimilabili a calamità naturali, fitopatie e infestazioni parassitarie fino al 65% della spesa ammessa.

- Allevamenti/epizoozie/Mancato reddito e abbattimento forzoso fino al 65% della spesa ammessa.

- Allevamenti/squilibri igrotermometrici/Riduzioni produzioni di latte: fino al 65% della spesa Ammessa.

-  Allevamenti/andamento stagionale avverso / mancata o ridotta produzione di miele fino al 65% della spesa ammessa.

- Polizze sperimentali fino al 65% della spesa ammessa.

 

Nel caso di polizze senza soglia di danno (solo contributo Nazionale):

 - Strutture aziendali/eventi assimilabili a calamità naturali ed eventi climatici: fino al 50% della spesa ammessa.

 - Allevamenti/animali morti per qualunque causa/smaltimento carcasse: fino al 50% della spesa ammessa.

 - Polizze sperimentalifino al 50% della spesa ammessa.

 

Termine di sottoscrizione delle polizze assicurative

 Il nuovo PAAN ha confermato le date entro le quali debbano essere sottoscritte le polizze assicurative, introdotte lo scorso anno:

 a)      Colture a ciclo autunno primaverile: entro il 30 aprile

 b)      Colture permanenti: entro il 30 aprile

 c)      Colture a ciclo primaverile: entro il 31 maggio

 d)     Colture a ciclo estivo, di secondo raccolto, trapiantate: entro il 15 luglio

 e)      Colture a ciclo autunno invernale e colture vivaistiche: entro il 31 ottobre

 f)       Per le colture che appartengono ai gruppi di cui alle lettere c) e d) seminate o trapiantate successivamente alle scadenze indicate, entro la scadenza successiva.

 

In sintesi si devono rispettare i tempi di sottoscrizione dei certificati secondo le date sopra riportate nelle diverse tipologie produttive.

  

Il sistema di calcolo dei parametri contributivi

 Il Piano 2017 definisce le modalità di calcolo dei parametri, semplificando notevolmente la procedura e rendendo gli stessi più aderenti all’andamento reale dei costi assicurativi. Nella sostanza il parametro contributivo 2017 sarà pari alla tariffa media dell’anno in corso per ogni combinazione comune/prodotto/tipologia di polizza (combinazione). Detta tariffa sarà ottenuta dividendo la somma dei premi di assicurazione dell’anno per i relativi valori assicurati dell’anno e moltiplicando per cento. Il parametro potrà essere calcolato anche sulla base dei dati provvisori.

 Al fine di promuovere la sottoscrizione da parte degli agricoltori di polizze che coprono la maggior parte delle avversità, con particolare riferimento a quelle catastrofali, è introdotto il seguente meccanismo di salvaguardia:

 - nel caso in cui la spesa ammessa a contributo delle polizze agevolate che contengono le avversità catastrofali sia inferiore al 90% del premio assicurativo, la stessa è incrementata fino al 90% del premio assicurativo;

 - nel caso in cui la spesa ammessa a contributo delle polizze agevolate contenenti avversità di frequenza e accessorie, sia inferiore al 75% del premio assicurativo, la stessa è incrementata fino al 75% del premio assicurativo.

 - nelle produzioni zootecniche il parametro contributivo è pari alla tariffa media dell’anno in corso per ogni combinazione provincia/allevamento/garanzia.

 - nelle strutture aziendali il parametro contributivo è pari alla tariffa media nazionale dell’anno in corso per ogni tipologia di struttura aziendale.

 

I limiti massimi dei parametri

 In ogni caso, considerando anche i nuovi assicurati ed i meccanismi di salvaguardia a favore delle polizze che coprono la maggior parte delle avversità, il parametro contributivo massimo per la tipologia di polizze lettera c) tre rischi è di:

 20 per la frutta, 15 per tabacco nesti di vite e orticole, 8 per i cereali, 10 per gli altri prodotti.

 Per la tipologia di polizza che include le avversità catastrofali il parametro massimo è 25 per tutti i prodotti.

 Il parametro contributivo massimo delle produzioni zootecniche è pari a 15.

 Il parametro contributivo massimo delle strutture aziendali è pari a 1,5.

 

Nuove aziende assicurate

Nell’ottica di incentivare l’accesso al sistema assicurativo agevolato per le imprese agricole, nel caso di certificati assicurativi di aziende che non hanno stipulato contratti nei precedenti cinque anni, il parametro contributivo è pari alla tariffa effettiva dell’anno in corso per singolo certificato. Queste aziende nuove per il sistema assicurativo avranno sicuramente una piena contribuzione agevolata per tre anni consecutivi.  

 

Garanzie per la zootecnia le garanzie “mancato reddito” e “abbattimento forzoso” per le produzioni zootecniche, sono assicurabili unicamente con polizze in cui sono comprese tutte le epizoozie obbligatorie per singola specie assicurata, cui possono essere aggiunte in tutto o in parte quelle facoltative; le polizze possono coprire anche il mancato reddito delle aree perifocali.

 

I costi di smaltimento delle carcasse animali dovranno riguardare tutte le morti da Epizoozie.

 

Strutture aziendali (serre, reti antigrandine, impianti arborei) sono assicurabili unicamente con polizze in cui sono comprese tutte le seguenti avversità: grandine - tromba d’aria - eccesso di neve - vento forte – uragano – fulmine – eccesso di pioggia. Per assicurare impianti di produzione arborea ed arbustiva alle avversità già citate si aggiunge il gelo.

 

 

 

ASSICURAZIONE INVERNALE PER CEREALI E COLZA

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha aperto la campagna 2016/2017 per assicurare i prodotti cereali autunno vernini quali il frumento tenero e duro, orzo, avena, segale, triticale, ed anche il colza, tutti a semina autunnale,  con il contributo pubblico sul premio assicurativo agevolato sino al 65%.

 

  •   GENERALI Assicurazione autunno vernina 2016/2017

 

 

 

 

 

 

CARICHE SOCIALI 2016-2019

Le elezioni tenutesi lunedì 14 novembre 2016, all'insediamento del Consiglio di Amministrazione del Condifesa di Bologna e Ferrara, hanno visto la riconferma all'unanimità di Gianluigi Zucchi alla guida del Condifesa e l'elezione di Massimo Piva in qualità di Vicepresidente Vicario, di Massimo Baioni e Claudio Mazzetti in qualità di Vicepresidenti 

ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA 2016

Si e' svolta l'8 novembre l'assemblea generale ordinaria del Condifesa di Bologna e Ferrara, alla quale hanno partecipano i delegati espressi nelle sette assemblee parziali delle due provincie in rappresentanza di oltre 6.200 soci.    All'assemblea erano presenti il direttore di Agrea Silvia Lorenzini, l'assessore del comune di Ferrara Caterina Ferri e Monsignor Antonio Grandini in rappresentanza del Vescovo di Ferrara, e i presidenti delle organizzazioni agricole Pier Carlo Scaramagli, Gianni Tosi, Marco Bergami e Raffaele Viaggi.                                                                                                                             L'assemblea ha inoltre proceduto al rinnovo delle cariche, eleggendo nel nuovo consiglio di amministrazione: Gianluigi Zucchi, Giovanni Pozzati, Lorenzo Chiericati, Giuliano Mangolini, Graziano Sarto, Massimo Piva, Luca Mantovani, Sergio Tagliani, Gianni Bressan, Antonio Lovo, Aldo Dolcetti, Fabiana Protti, Danilo Tamisari, Ivano Castaldi, Massimo Baioni, Claudio Raimondi, Alessandra Gentilini, Pier Giorgio Lenzarini, Gianni Pezzoli, Claudio Mazzetti, Mauro MarchI.

 

Assemblea Generale Ordinaria 2016

Nelle 7 Assemblee Parziali che si sono svolte sul territorio di Bologna di Ferrara nei mesi di settembre e ottobre sono stati eletti complessivamente 171 delegati, visto l’elevato numero di Delegati eletti, risultando non possibile svolgere l’Assemblea presso la sede del Condifesa nella data e luogo già indicati nella precedente convocazione inviata a tutti i Soci, il Consiglio di Amministrazione del Condifesa di Bologna e Ferrara ha deliberato che :

I Delegati eletti nell’ambito delle Assemblee Separate sono invitati a partecipare alla Assemblea Generale Ordinaria convocata per il giorno 7 novembre 2016, alle ore 04.00 in prima convocazione e per il GIORNO 8 NOVEMBRE 2016, alle ore 10.00 IN SECONDA CONVOCAZIONE presso SALA RIUNIONI DELL’HOTEL IL DUCA D'ESTE - Via Bologna, 258 - 44122 Ferrara (FE),  ai sensi dell’art.7 capo II del Regolamento Consortile.

I delegati saranno chiamati a discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. Elezione dei componenti del Consiglio d’Amministrazione;
  2. Emolumenti Amministratori;
  3. Varie ed eventuali.

Variazione data per rilascio Pai 2016

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha decretato in data 13 ottobre 2016 che il rilascio dei Piani Assicurativi Individuali relativi alle polizze agevolate 2016 abbia un termine che dal 15 ottobre 2016 è stato posticipato al 15 novembre 2016. Se non interverranno ulteriori proroghe tutti i Pai del 2016 dovranno essere rilasciati entro il 15 novembre 2016.

n° 24215 Decreto approvazione differimento rilascio Piani assicurativi individuali (PAI) 2016 colture vegetali diverse dall’uva da vino. termine presentazione PAI

n° 24212 Decreto Ministeriale differimento termine di presentazione delle domande di sostegno assicurazioni colture vegetali anno 2015 PSRN 2014 - 2020 sottomisura 17.1

immagine differimentoterminesottoscrizionePAIvegetali

 

 

ASSEMBLEE SEPARATE DEI SOCI

CONVOCAZIONE DELLE ASSEMBLEE SEPARATE DEI SOCI 

E DELL'ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI DELEGATI

Nei prossimi giorni si terranno le Assemblee parziali per l’elezione dei Delegati che eleggeranno il nuovo Consiglio di Amministrazione del Condifesa di Bologna e Ferrara.

I Soci sono invitati a partecipare alle Assemblee parziali deliberate nel numero di sette sul territorio di Bologna e Ferrara.

A norma degli artt. 18-19-20-21-22-23-24-25-26 dello Statuto Sociale e da Regolamento Capo II art. 7-8, ed in conformità alla delibera adottata dal Consiglio d'Amministrazione nella seduta del 21 aprile 2016, sono convocate le Assemblee Separate dei Soci del Condifesa Bologna e Ferrara per la

NOMINA DEI DELEGATI

con il seguente calendario:

$11.    PIEVE DI CENTO (BO) in prima convocazione il giorno 19 settembre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 20 SETTEMBRE 2016, alle ore 20.30 presso GRAND HOTEL BOLOGNA - SALA PETRONIANA - in Via Ponte Nuovo n.42 - PIEVE DI CENTO (BO), per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Ferrara Comune di Bondeno, Cento, Mirabello, Sant`Agostino e Vigarano Mainarda; nella provincia di Bologna Comune di Pieve di Cento; nelle province di Parma e Piacenza.

$12.    PORTOMAGGIORE (FE) in prima convocazione il giorno 21 settembre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 22 SETTEMBRE 2016, alle ore 20.30 presso il CENTRO DELL’OLMO in Via Carlo Eppi n.10/1 (a lato parcheggio Coop Estense) - PORTOMAGGIORE, per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Ferrara Comune di Argenta, Codigoro, Comacchio, Lagosanto, Masi Torello, Ostellato, Portomaggiore e Voghiera; nelle province di Forlì/Cesena, Ravenna e Rimini.

$13.    FERRARA (FE) in prima convocazione il giorno 26 settembre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 27 SETTEMBRE 2016, alle ore 20.30 presso FERRARA FIERA in Via della Fiera n.11 – FERRARA (FE), per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Ferrara Comune di Ferrara e Poggio Renatico; in altre provincie italiane ad esclusione dei Soci già convocati in altra Assemblea (le province escluse dalla presente Assemblea sono Bologna, Ferrara (parte), Forlì/Cesena, Modena, Padova, Parma, Piacenza, Ravenna, Rimini, Rovigo, Verona, Vicenza).

$14.    BENTIVOGLIO (BO) in prima convocazione il giorno 28 settembre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 29 SETTEMBRE 2016, alle ore 20.30 presso ZANHOTEL & MEETING CENTERGROSS in Via Saliceto n.8 – BENTIVOGLIO (BO), per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Bologna Comune di Argelato, Baricella, Bentivoglio, Bologna, Budrio, Castel Maggiore, Castello d`Argile, Galliera, Granarolo dell`Emilia, Malalbergo, Minerbio, San Benedetto Val di Sambro, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale.

$15.    COPPARO (FE) in prima convocazione il giorno 3 ottobre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 4 OTTOBRE 2016, alle ore 20.30 presso ALBERGO RISTORANTE GIUSEPPE in Viale Carducci n.26 - COPPARO (FE), per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Ferrara Comune di Berra, Copparo, Fiscaglia (ex Massafiscaglia, Migliarino e Migliaro), Formignana, Goro, Jolanda di Savoia, Mesola, Ro e Tresigallo; nelle province di Padova, Rovigo, Verona e Vicenza.

$16.    IMOLA (BO) in prima convocazione il giorno 5 ottobre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 6 OTTOBRE 2016, alle ore 20.30 presso PALAGENIUS - PATTINODROMO - Via Benedetto Croce n.24 - IMOLA (BO), per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Bologna Comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo di Bologna, Castel San Pietro Terme, Castenaso, Dozza, Fontanelice, Imola, Loiano, Medicina, Molinella, Monghidoro, Monterenzio, Monzuno, Mordano, Ozzano dell`Emilia, Pianoro e San Lazzaro di Savena.

$17.    SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) in prima convocazione il giorno 10 ottobre 2016 alle ore 04.00, IN SECONDA CONVOCAZIONE IL GIORNO 11 OTTOBRE 2016, alle ore 20.30 presso la sala BOCCIOFILA PERSICETANA – SALA ERNESTO BALDUCCI – in Via Castelfranco n.16/a - SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO), per i Soci con la sede sociale ubicata: nella provincia di Bologna Comune di Alto Reno Terme (ex Granaglione e Porretta Terme), Anzola dell`Emilia, Calderara di Reno, Camugnano, Casalecchio di Reno, Castel d`Aiano, Castel di Casio, Castiglione dei Pepoli, Crevalcore, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Marzabotto, Monte San Pietro, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto, Sant`Agata Bolognese, Sasso Marconi, Valsamoggia (ex Bazzano, Castello Di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno), Vergato e Zola Predosa; nella provincia di Modena.

I Delegati eletti nell’ambito delle Assemblee Separate parteciperanno alla Assemblea Generale Ordinaria convocata per il giorno 27 ottobre 2016, alle ore 04,00 in prima convocazione e per il GIORNO 28 OTTOBRE 2016 alle ore 9,30 IN SECONDA CONVOCAZIONE presso CONDIFESA BOLOGNA E FERRARA in Via Vene di Bellocchio n.14 - FERRARA (FE) - ed occorrendo in altra data e luogo – ai sensi dell’Art.7 del regolamento interno – da comunicare ai Delegati, per discutere e deliberare sul seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

 

Assemblea Ordinaria:

$11)      Elezione dei componenti del Consiglio d’Amministrazione;

$12)      Emolumenti Amministratori;

$13)      Varie ed eventuali.

FOTO ASSEMBLEA

CONTRIBUTO ASSICURATIVO AGEVOLATO 2015

 

L’autorità di gestione con D.M. del 11/05/2016 n. 10875 ha approvato l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di pagamento ai sensi della sottomisura del PSR 17.1 sull’assicurazione del raccolto, la dotazione finanziaria prevista pari ad euro 250.000.000,00 laddove non fosse sufficiente l’Autorità di gestione può incrementare le risorse disponibili nei limiti della dotazione del PSR alla sottomisura 17.1

Agea con la Circolare del 18 luglio 2016 n. 18332 riferendosi al D.M. n.10875 del 11 maggio 2016 ha stabilito le condizioni per la presentazione della domanda di sostegno delle produzioni vegetali e dell’uva da vino per le domande non pagate da OCM vino, che dovrà essere presentata dai CAA (su Sistema operativo pratiche di Agrea SOP) entro 90 giorni dalla pubblicazione dell’avviso sulla gazzetta ufficiale ossia entro 90 giorni dalla data di presentazione del PAI (quando successiva alla pubblicazione sulla gazzetta) e comunque entro il 31 dicembre.

Allo stato attuale i PAI 2015 non sono stati rilasciati dai CAA ad iniziare naturalmente da quelli che non presentano alcuna anomalia. Ad oggi non sono state comunicate dagli Organismi Pagatori ai Condifesa le anomalie sui certificati 2015 per provvedere qual ora sia possibile, alle necessarie correttive e di conseguenza alla possibile eliminazione delle anomalie che potrebbe portare ad una perdita di contribuzione.

In base a quanto sopra indicato la erogazione del contributo assicurativo 2015 avverrà in ritardo rispetto al precedente anno (probabilmente ad inizio del 2017), come sempre il Condifesa incasserà la seconda rata 2015 dopo che le aziende avranno ricevuto il contributo.

AGEA OP

ULTIMI D.M. APPROVATI DAL MINISTERO DELL'AGRICOLTURA

Il Ministero dell’Agricoltura ha approvato nell’ultimo periodo molti decreti di modifica delle rese medie presenti nei PAI che possono essere applicati in base alle tipologie di resa aziendale e in base alla tipologia di prodotto.

Le modifiche possono essere apportate dai CAA, all’interno dei PAI in base alla normativa (D.M. del 07/07/2016 n.18316 che modifica D.M. del 03/06/2016) prima della presentazione della domanda di sostegno (domanda di contributo assicurativo).

Con il D.M. n. 13501 del 03/06/2016 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, approvato dalla Corte dei Conti in data 08/07/2016 si decreta la possibile modifica dei dati di resa di fonte assicurativa anomali che possono essere corretti utilizzando un dato:

- di resa di fonte aziendale (bolle e fatture);

- di resa assicurata sulla base del certificato di polizza;

- di resa periziata in caso di danno sulla base del bollettino di perizia (bollettino di campagna);

- di resa benchmark nel caso in cui non si disponga di documenti.

Inoltre nel caso di nuovi impianti di frutteti o vigneti è ammessa la modifica del dato amministrativo di resa, di fonte assicurativa (già possibile con DM del 17 settembre 2015 sostituire il dato con resa benchmark) con dato di fonte aziendale (bolle e fatture di produzione) a condizione che la superficie con produzione nulla (nuovi impianti) rispetto alla superficie totale aziendale per comune/anno del prodotto assicurato, non sia inferiore al 10% della intera superficie prodotto/comune. Per nuovi impianti non in produzione si intende gli impianti non oltre 2 anni successivi all’impianto (si conteggiano 3 anni). Con una perizia è possibile modificare le rese amministrative con una nuova resa annua proposta risultante dall’utilizzo della sola resa in produzione del frutteto o vigneto (escludendo dal calcolo per 3 anni l’impianto in allevamento).

Sono stati inserti nel sistema nuovi indici di conversione nel caso di prodotti misurabili in numero di unità, pezzi o metri quadri (vivai, ornamentali sotto tunnel, floricole sotto tunnel, ecc..)

Sono stati inserti nel sistema nuovi indici di conversione delle rese per fagioli, piselli, colture da biomassa, al fine di permettere una maggiore quantità massima assicurabile riportata nel PAI.

Con il D.M. 3020 del 29/07/2016 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, si apportano modifiche alle scadenze della manifestazione di interesse e del rilascio dei  PAI 2016.

La modifica al precedente D.M. del 31 marzo 2016 n. 7629 prevedeva la scadenza al 31 maggio per la manifestazione di interesse ed il 31 luglio per il rilascio dei piani assicurativi individuali.

Questo decreto del 29 luglio 2016 proroga:

 al 11 luglio la presentazione della manifestazione di interesse ;

al 08 agosto 2016 il rilascio dei PAI relativi ai certificati assicurativi sull’uva da vino;

al 15 ottobre 2016 il rilascio dei PAI relativi ai certificati del resto delle produzioni vegetali.

Con il D.M 20154 del 02 /08/2016 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali sono state approvate ulteriori rese benchmark per il rilascio dei PAI corretti nelle rese, le modifiche riguardano i seguenti prodotti: barbabietola da foraggio, crisantemo da seme, pomodorino, prato pascolo e sedano da seme.

20154 Decreto

COLTURE A TRAPIANTO ESTIVO

Le colture a trapianto estivo es. insalate, carote, fagiolini ecc.., trapiantate in agosto e oltre, non devono rispettare la scadenza del 15 luglio, ma possono essere assicurate successivamente a questa data a contributo se presenti nel piano colturale della azienda, inoltre occorre rispettare la regola di rilascio del PAI che deve avere data antecedente o uguale all’emissione del certificato assicurativo. 

 29 campo fagiolini

La sperimentazione con l’utilizzo dei droni

 

Il Condifesa di Bologna e Ferrara ha avviato una sperimentazione di perizia supportata dall’utilizzo di nuove tecnologie come i droni che in alcuni specifiche possono valorizzare al meglio il lavoro dei periti nel calcolo preciso dei danni da calamità atmosferiche.

Abbiamo scelto per questa sperimentazione la zona di Mesola colpita dalla grandine caduta il 14 giugno 2016 sorvolando una zona ampia di circa 30 ha con diverse colture coltivate, per cercare di capire ove la tecnologia portata dallo sviluppo delle foto e dei filmati ottenuti dal volo dei droni può maggiormente essere di aiuto alla perizia in campo.

La tecnologia di elaborazione grafica ad oggi molto avanzata ha a nostro avviso ampi margini di miglioramento quando applicata in agricoltura in quanto ad oggi questo sviluppo è stato poco approfondito.

Nostro dovere è sperimentare come mondo agricolo e trovare qual’ora vi fossero, le applicazioni favorevoli di questa tecnologia utili alle aziende agricole e soprattutto suggerire quelle evoluzioni tecnologiche sulla base delle nostre conoscenze relative alla applicazione del calcolo dei danni sulle oltre 130 tipologie colturali assicurate nel Condifesa di Bologna e Ferrara. 

FOTO 1    FOTO 2   FOTO 3   FOTO 4   FOTO 5   FOTO 6   FOTO 7   FOTO 8

 

drone volo96

Proroga al 15 luglio 2016

dm 24 06 2016 n2510 nuova proroga termini registrato dm 24 06 2016 n2510 nuova proroga termini registrato2

Si comunica che è in corso di perfezionamento il decreto con il quale il termine di sottoscrizione delle polizze assicurative singole e dei certificati per le polizze collettive relativi alle colture a ciclo autunno primaverile e permanenti e a ciclo primaverile di cui all’articolo 6 comma 1 lettere a) , b) e c) del decreto 23 dicembre 2015, richiamato nelle premesse, è differito al 15 luglio 2016.

CHIARIMENTI TERMINI DI SOTTOSCRIZIONE DELLE POLIZZE

Si comunica che il termine per la copertura delle colture erbacee seminate o trapiantate dopo il 10 maggio 2016 è stata prorogato al 15 luglio 2016 come da allegato documento ministeriale.

1

Proroga al 31 Maggio 2016 del termine per la sottoscrizione delle polizze per colture autunno-primaverili e permanenti

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che, per rispondere alle esigenze degli operatori del settore di estendere il termine previsto dal piano assicurativo, è stata avviata la procedura per far slittare la scadenza dal 30 aprile al 31 maggio 2016, così da consentire agli agricoltori di stipulare le polizze assicurative agevolate sulle colture autunno-primaverili e sulle colture permanenti. 

La proroga, decisa a seguito delle difficoltà riscontrate nella fase di avvio del piano assicurativo e in considerazione dell'importanza della gestione dei rischi all'interno della nuova programmazione comunitaria, consentirà uno svolgimento regolare della campagna assicurativa agricola. 

 TERMINE SOTTOSCRIZIONE POLIZZE 2016

FONDI MUTUALISTICI EMILIA ROMAGNA

 ManoGrandinehail-hand-660

Il fondo mutualistico nasce dall’associazione di imprenditori con lo scopo di accantonare dei fondi al fine soccorrersi vicendevolmente in caso di necessità. Il fondo rappresenta una forma di autoassicurazione degli imprenditori agricoli, che scelgono di affrontare e condividere il rischio autofinanziandosi. Gli imprenditori agricoli associati contribuiscono volontariamente alla creazione di una riserva finanziaria comune e condividono un determinato rischio, oggetto appunto della mutualità: in caso di danno subito, il fondo interviene fino al massimo della capienza del capitale nel risarcimento.

Il Condifesa di Bologna e Ferrara assieme ai Condifesa dell’Emilia Romagna per i prodotti vegetali ha attivato dei fondi mutualistici che hanno un limite massimo di capitale assicurabile per azienda di complessivi € 40.000,00.

Vegetale

Il Fondo assicura le tipologie produttive previste dal Piano Assicurativo per la sola avversità grandine e per il calcolo del premio ci si riferisce alla tariffa grandine del Condifesa per il Comune e prodotto scontata del 25%.

La spesa per il Socio equivale alla sola iscrizione al Fondo (€ 10); non vi sono ulteriori caricamenti consortili  oltre naturalmente alla corresponsione del premio assicurativo complessivo calcolato moltiplicando i q.li del prodotto assicurato per il prezzo Ministeriale ed il tasso grandine del Condifesa scontato del 25%.

Mais

Danni parassitari

Nella coltivazione del mais si possono verificare attacchi parassitari non facilmente controllabili e contro i quali vengono normalmente impiegati geoinsetticidi in forma preventiva, senza valutazione dell’effettiva presenza di parassiti sopra le soglie di danno come impone la Difesa Integrata definita dalla normativa europea (direttiva 2009/128/CE) già in vigore dal primo gennaio 2014 in base all’articolo 55 del Regolamento (CE) n° 1107/2009.

Il fondo è costituito per la coltura del Mais relativamente alle sole perdite per danni parassitari come elateridi, nottue e diabrotica ossia la copertura del seminativo primaverile nel periodo compreso tra la semina e l’emergenza nonché i danni da diabrotica sia nella forma larvale in fase di levata, sia nelle forma adulta in fase di fioritura.

Il danno è calcolato in base alle tabelle di liquidazione al lordo della franchigia del 10%.

Il costo complessivo per la azienda è di € 20,00/Ha.

Tutte le eventuali perizie di campagna per il calcolo dei danni saranno effettuate dai periti professionisti incaricati dal Condifesa.

Tutti i Fondi risarciscono sino ad un massimo della capienza del capitale accantonato ed eventualmente riassicurato.

Eventuali riserve che si potranno ottenere alla fine dell’anno rimarranno a disposizione per gli anni successivi.

PAI COLTURE - PRONTUARIO PER GLI AGRICOLTORI

                                                                           pai - prontuario 

In intesa con il Ministero ed ISMEA, pubblichiamo il prontuario richiesto da ASNACODI contenente le principali FAQ, come sussidio a fini esplicativi delle procedure.

Si precisa che il documento contenente, oltre alle FAQ, la sommaria spiegazione dei diversi passaggi per la compilazione del PAI e dei certificati, redatto da ISMEA d’intesa con il Ministero, è suscettibile  di ulteriori, perfezionamenti e integrazioni e rappresenta un mero sussidio a supporto degli agricoltori, e dei vari operatori del settore. Esso non ha alcuna valenza normativa né interpretativa delle norme comunitarie e nazionali, e quindi non deve considerarsi impegnativo  per le amministrazioni ai fini dell’adozione di decisioni o provvedimenti in materia.

Link ISMEA di visualizzazione PAI video tutorial http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9802

 PAI COLTURE PRONTUARIO PER GLI AGRICOLTORI -LEGGI

NOVITA' PAI - Decreto Ministeriale prot. n. 7629 del 31/03/2016

 

Il Decreto Ministeriale prot. n. 7629 del 31/03/2016 stabilisce che per la sola annualità 2016 è consentita, fino alla data del 31/05/2016, la sottoscrizione delle polizze assicurative agevolate o dei certificati di adesione alle polizze collettive, prima della sottoscrizione del Piano Assicurativo individuale (PAI) e previa presentazione della manifestazione di interesse a copertura dei rischi riportati all'allegato 1 punto 1.2 del Piano Assicurativo Nazionale (PAN) 2016, ossia tutte le tipologie produttive assicurabili.
I PAI relativi alle polizze individuali o ai certificati dovranno essere comunque obbligatoriamente rilasciati entro la data del 31/07/2016.
 
La manifestazione di interesse sarà presentata sul SIAN sempre presso i CAA e potrebbe essere operativa presumibilmente a metà della prossima settimana.
Resta inalterato lo schema e le date obbligatorie ad oggi di consegna dei certificati suddivisi per tipologia colturale, come previsto dal PAAN 2016 all'art.6.

leggi il decreto 7629 del 31-3-2016

PAI - Deroga Ministeriale del 03/03/2016 n. 5645

Si informa che con la deroga a firma MInisteriale del 03/03/2016 n. 5645 (leggi) è possibile la stipula di coperture assicurative prima della sottoscrizione del Pai non oltre la data del 31 marzo 2016, il Pai comunque dovrà essere rilasciato obbligatoriamente pena la perdita del contributo entro il 30 aprile 2016.

Questa deroga è applicabile esclusivamente alle coperture che includono la avversità gelo e brina ed le  polizze / i certificati di polizza, sottoscritti ai sensi della circolare Ministeriale dovranno riportare la dicitura: “in deroga ai sensi della circolare Mipaaf 3 marzo 2016 n. 5645”;

Si deve inoltre allegare al certificato assicurativo il documento di dichiarazione deroga Pai Ministeriale a firma dell'azienda che andrà obbligatoriamente protocollato dal Condifesa. Nel documento occorre inserire il nome e Cognome del rappresentante legale e il numero del CUAA aziendale riportato nel fascicolo aziendale, oltre alla firma.

 

APERTURA CAMPAGNA ASSICURATIVA

campagna ass

Il Condifesa Bologna e Ferrara ha aperto la campagna assicurativa agevolata 2016 con primarie Compagnie Assicurative.

Si invitano i Soci a recarsi al CAA della propria Associazione per compilare correttamente il PAI (Piano Assicurativo Individuale),  documento obbligatorio per l'accesso al contributo comunitario  agevolato. Tale documento deve essere redatto prima di sottoscrivere il certificato assicurativo.

PIANO ASSICURATIVO AGRICOLO 2016
Visualizza PAAN 2016
 Per ogni informazione tecnica sulle tipologie assicurative contattare gli uffici del Condifesa.

Termine di sottoscrizione delle polizze assicurative

Il nuovo Paan ha confermato le date entro le quali debbano essere sottoscritte le polizze assicurative, introdotte lo scorso anno:

Colture a ciclo autunno primaverile: 31 maggio

Colture permanenti: 30 aprile

Colture a ciclo primaverile: 31 maggio

Colture a ciclo estivo, di secondo raccolto, trapiantate: 15 luglio

Colture a ciclo autunno invernale e colture vivaistiche: 31 ottobre

In sintesi si devono rispettare i tempi di sottoscrizione dei certificati secondo le date sopra riportate nelle diverse tipologie produttive.

 

PIANO ASSICURATIVO 2016

 In previsione dell'imminente apertura della campagna assicurativa vi invitiamo a leggere l'informativa redatta dal Condifesa Bologna e Ferrara. LEGGI.

foto1

 

Bilancio Consuntivo 2014

Sono presenti e consultabili presso l'ufficio del Condifesa Ferrara il Bilancio Consuntivo 2014, la Relazione del Collegio Sindacale e il Bilancio di Previsione 2015.

AGRISFERA

E' on-line il primo numero di Agrisfera il nostro nuovo notiziario Tecnico Informativo.  Leggi 

      

 

  

 

 

 

 

  

 

Servizi Meteo

Immagini-Satellitari1

 

      

Visite agli articoli
169309

CONDIFESA BOLOGNA E FERRARA

Via Vene di Bellocchio, 14 - 44124 FERRARA (FE) - Phone +39 0532 63690 - Fax +39 0532 741629
CCIAA di Ferrara REA n.147684 - Codice fiscale 80003130384 - pec: condifesabofe @ pec.condifesabofe.it

Unità locale: Via Centese, 5/4 - 40016 San Giorgio di Piano (BO) - Phone +39 051 538774 - Fax +39 051 6011064

APERTO il Martedì 9:00-12:30  14:00-17:30